HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni
logo www.figline.it
Venerd? 26 aprile | 04:11 pm Ricerca nel sito nel web
 
Figline.it : RUBRICHE » Cronaca » Effetto "quota 100" nei Comuni toscani: 1.200 dipendenti in meno
Menu principale

News dal web

I Vostri Ultimi Commenti

Guestbook

Lasciateci i vostri commenti, impressioni, consigli....o anche solo un saluto!

Vai al Guestbook


Webmail

Visitatori dal 01/12/2006
Numero visite: 29577517
Effetto "quota 100" nei Comuni toscani: 1.200 dipendenti in meno
Data pubblicazione 05/02/2019 18:26:06

Gli effetti di "quota 100" negli enti locali rischiano di mettere in seria difficoltà anche i Comuni toscani. Da una prima stima di AnciToscana, ci sarà un'ulteriore riduzione del personale che potrebbe coinvolgere circa 1200 unità; in media una diminuzione aggiuntiva, rispetto a pensionamenti 'ordinari', pari a meno 5,4% degli attuali dipendenti in servizio. L’effetto stimato di quest’emorragia per alcuni capoluoghi avrebbe numeri importanti: -200 dipendenti a Firenze, -40 a Lucca, -14 a Grosseto, -48 a Pistoia. Mentre per i Comuni più piccoli anche trovarsi con poche unità in meno avrebbe conseguenze nefaste per l'organizzazione del lavoro. 
Una situazione che preoccupa molto Anci: perchè alla diminuzione del personale corrisponde anche l'aumento dei compiti per la gestione delle pratiche relative al reddito di cittadinanza. Secondo i calcoli dell'Associazione, a livello nazionale quota 100 potrebbe portare in anticipo all'uscita dall'ufficio fino a 50mila persone in 12-18 mesi, cioè più del 10% del personale oggi in forza ai Comuni. "E' necessaria una norma transitoria per sopperire all'esodo" ha detto Filippo Nogarin, sindaco di Livorno e vicepresidente di AnciToscana e di Anci nazionale; una richiesta avanzata anche ieri nell'audizione di Anci al Senato, dove è stato auspicata una maggiore flessibilità nel turn-over e “più spazio per la spesa del personale e per rendere meno rigidi i vincoli temporali legati alle regole pensionistiche, consentendo la facoltà di utilizzo tempestivo della capacità assunzionali dovute alle cessazioni programmate". 
E riguardo al ruolo dei Comuni rispetto al reddito di cittadinanza, è stato il presidente Decaro a chiarire la posizione di Anci: “I sindaci, che ben conoscono le situazioni di disagio sociale, sono a favore del reddito di cittadinanza, come di ogni strumento in grado di portare sostegno alle famiglie in difficoltà. Siamo contenti di essere coinvolti in questa misura, ma la sua attivazione richiede risorse umane ed economiche importanti. Abbiamo chiesto un incontro al ministro Di Maio per capire le possibili soluzioni ai problemi operativi che riteniamo si possano presentare”.

 

Anci Toscana


 Condividi su facebook

lista dei commenti ricevuti
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
ATTENZIONE!!! FUNZIONE SPERIMENTALE
Se vengono attivati nuovi commenti su questa pagina avvisami alla seguente mail (usare il pulsante '-' per rimuovere una mail precedentemente aggiunta)

       
Seguici su:

Calendario eventi

News da figline.it
In pronto soccorso medici neo laureati
Regione ai ripari, manca personale, rischio concreto inefficienze
Tutti in sella per Calcit Valdarno Fiorentino e Aseba
Domenica 28 aprile il secondo raduno di mountain bike "Le colline di Figline e Incisa"
Antisismica: rilevatori in tutte le scuole di Figline e Incisa
Permetteranno di guadagnare secondi preziosi per mettersi in salvo durante i terremoti. In programma anche nuovi lavori di messa in sicurezza
Marciapiedi: dal 24 aprile via a 51mila euro di lavori
Nell'ambito del progetto di abbattimento barriere architettoniche, si parte da Porcellino e si prosegue a Poggiolino,via Petrarca, via Cervi e via Pignotti, a Figline
Il 25 aprile a Pelago la Biofioricola di primavera
Mercatino dei prodotti biologici, fiori, artigianato artistico
lista completa

Stradario
Cerca indirizzo


Meteo
HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni

HiHo srl 
Sede legale: Via G.Donizetti, 52 - 50018 Scandicci (FI) - Sede operativa: Via Vetreria, 73 50063 Figline Valdarno ( Fi )  
tel. +39 055 5357453 - fax +39 055 5609013 - info@figline.it - P.Iva 05443270482

Powered by Hiho S.r.l © 2019
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI