HomePage DOVE DORMIRE MANGIARE e BERE Figline e dintorni Gallerie Fotografiche
logo www.figline.it
Luned? 23 aprile | 03:34 am Ricerca nel sito nel web
 

JEWELS PHOTO 2018 International. Iscriviti su www.photocontestclub.org

Figline.it : RUBRICHE » Cronaca » COMUNICATO STAMPA DEL "NUOVO POLO PER FIGLINE"
Menu principale

News dal web

I Vostri Ultimi Commenti

Guestbook

Lasciateci i vostri commenti, impressioni, consigli....o anche solo un saluto!

Vai al Guestbook


Webmail

Visitatori dal 01/12/2006
Numero visite: 25628103
COMUNICATO STAMPA DEL "NUOVO POLO PER FIGLINE"
Data pubblicazione 20/04/2011 19:42:52

 

In questi cinque anni trascorsi in Consiglio Comunale la mia opposizione è stata costante, ferma e decisa, e si è concretizzata nella difesa ad oltranza dei valori indisponibili. Ma tali valori non si possono difendere in maniera credibile se si abiura la considerazione per l’individuo. Da ciò discende il rispetto fondamentale per tutto ciò che dalla Persona umana trae origine: la famiglia, la società civile, le sue istituzioni. Fra queste ultime troviamo i nostri governanti, la magistratura, gli amministratori pubblici. Assistiamo purtroppo ad un sempre più frequente conflitto di poteri e di attribuzioni, ed è nostro dovere di Cittadini mantenere il rispetto per quelle istituzioni che stanno alla base della nostra democrazia.
Per questi motivi credo che alcune affermazioni, scaturite in campagna elettorale, riferite al possibile arresto del sindaco e della giunta appaiano non consone e fuori luogo. Allo stesso tempo tali affermazioni spostano l’attenzione da tutto ciò che fondatamente mette in evidenza le incongruenze dell’amministrazione Nocentini: occorre infatti guardarsi dal giustizialismo indiscriminato e focalizzare invece l’attenzione verso le reali e fondate critiche all’amministrazione PD-PSI-Rifondazione Comunista che ha retto Figline nella legislatura appena trascorsa.
Continuando ad invocare l’ordalia nei confronti di Riccardo Nocentini, si perdono di vista le incongruenze del suo bilancio di mandato, che riportano come eseguiti il nuovo centro polifunzionale Lambruschini (per adesso una maceria incompiuta), il Giardino dei piccoli (opera di edilizia privata), la nuova ludoteca (da iniziare), le casse di espansione (ancora da realizzare, peraltro con i soldi del Governo e della Regione), la variante alla SR69 (indegnamente ferma dopo poche centinaia di metri), la variante in riva destra (attualmente sono campi fangosi), il secondo ponte sull’Arno (del quale manca addirittura il progetto preliminare), il nuovo distretto sanitario e il potenziamento dello Spedale Serristori (ancora tutti da fare, peraltro se l’ASL, cui spettano i lavori, vorrà darvi seguito).
Personalmente mi auguro che non emergano atti di rilevanza penale a carico del Sindaco e della sua Giunta, così come mi auguro che egli possa finalmente aprire gli occhi e correre ai ripari, restituendo a ciò che resta delle Scuole Lambruschini un aspetto riconducibile a quello originario. Si devono infatti eliminare tutte quelle sovrastrutture che, incombendo sulle vicine case, ne nascondono i tratti. In mancanza di tale folgorazione, ricordo ai Cittadini che avranno modo di manifestare il proprio dissenso verso tale scelta nelle urne elettorali.
Cambiare si deve. Ora si può!

Alessandro Papini
Consigliere Comunale Uscente
Capolista del Nuovo Polo Per Figline (UDC-FLI)


 Condividi su facebook

lista dei commenti inseriti dagli utenti (17 commenti in totale)
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
ATTENZIONE!!! FUNZIONE SPERIMENTALE
Se vengono attivati nuovi commenti su questa pagina avvisami alla seguente mail (usare il pulsante '-' per rimuovere una mail precedentemente aggiunta)
oggetto: pseudonimo da: massimo pandolfi
   21/04/2011 ore 11:22
  Spett. Redazione,

come pensavo non ho avuto risposta alle mie considerazioni di ieri: "mimmo" è rimasto avvolto nel mistero, come peraltro qualunque partecipante ai vari forum che non si firma con nome e cognome.
Non credo che occorra essere un cuor di leone per declinare le proprie generalità in un dibattito molto civile come quello su questo sito.
Evidentemente spesso chi parla è simile ai velites dell'esercito romano, che lanciavano il dardo e nascondevano il braccio...

oggetto: RE: pseudonimo da: Alfredo
   21/04/2011 ore 17:10
  dopo essere stato accusato tempo indietro in altre occasioni nelle quali mi firmavo, di volermi fare pubblicità e visto che non ho nulla da vendere non saprei di cosa farmene, ho deciso di firmare con il solo nome. Tengo a precisare che quelli con cui "litigo" maggiormente sanno benissimo chi sono (e ci salutiamo anche molto cordialmente ogni volta che ci incontriamo). Poi chi mi conosce sa benissimo riconoscermi anche senza firmarmi; per chi non mi conosce, mettere anche il cognome, non aumenterebbe nessuna informazione, per cui ....... nessuno potrà più dire che cerco visibilità (che tra l'altro, ribadisco, non mi serve)!
Buona Pasqua!!

oggetto: Lambruschini da: alfredo
   21/04/2011 ore 10:16
  Quindi, in sostanza Lei direbbe di demolire tutto quello che è stato costruito sinora intorno ai vecchi muri delle Lambruschini. Il fatto è che se succedesse questo i soldi stanziati dalla Regione per realizzare QUEL progetto non verrebbero più erogati (o si dovrebbe restituire la parte eventualmente già erogata) e per di più si dovrebbe spendere per la demolizione tornando così ad avere un rudere da dover sistemare o demolire definitivamente e nello stesso tempo ritrovarsi un buco di bilancio di diversi milioni di euro. Complimenti!!!! vedo che ha proficuamente impiegato i 5 anni di consiglio comunale!!!
oggetto: RE: Lambruschini da: Roberto Renzi
   21/04/2011 ore 15:24
  Caro Alfredo, che la torre potrebbe essere pericolante lo dice il magistrato Belsisio, personalmente attendo che le perizie mi dicano che tutto e ok o no, in quest'ultima ipotesi non ci penserei un attimo a demolire, in primo luogo la sicurezza.
I 2,7 milioni della Regione riguardano la biblioteca che si trova da un'altra parte del palazzo, insomma non la butteremo giù dalla torre.

oggetto: RE: RE: Lambruschini da: alfredo
   21/04/2011 ore 17:11
  Che nel progetto ci sia stato qualche problema sembrerebbe appurato, dal momento che sono al lavoro tecnici per superarli; tra l'altro il costo delle "riparazioni" dovrebbe ricadere su chi ha commesso gli errori e non sui cittadini (su questo credo che siamo tutti daccordo). Quanto a possibili varianti in corso d'opera penso che si possano sempre fare, ma non credo che queste possano assumere la rilevanza di cui parlava il consigliere Papini senza portare a far decadere il finanziamento regionale. Il fatto increscioso è che di questi problemi (squisitamente tecnici) si cerca di addossare la colpa a chi in buona sostanza è parte lesa e addirittura si paventa la possibilità di arresti di massa con frasi fumose che lasciano intendere chissà quali reati inconfessabili. Questo ha surriscaldato una campagna elettorale nata già sopra le righe e che in questi momenti sta assumendo aspetti che se non fossero tragici sarebbero estremamente comici. E questo, da cittadino (semplice) quale sono, non mi piace punto!!! della politica, di cui sono appassionato da sempre, mi piace il confronto e anche lo scontro di idee, mi piace anche lo scambio di battute come facciamo con te anche faccia a faccia, ma odio l'acrimonia e anche il dire una cosa facendone intendere un'altra. Questo è un imbarbarimento della politica (volevo dire della vita civile, ma ormai di civiltà.....) che non mi piace.

oggetto: RE: Lambruschini da: Alessandro Papini
   21/04/2011 ore 10:52
  Gentile Alfredo,
Sono tutte possibilità da valutare; non è affatto detto che una variante in corso d'opera porti alla revoca del finanziamento regionale: già altre varianti sono state apportate al progetto, senza che il finanziamento fosse revocato.
Un altro fatto da valutare è la possibilità di attuare dei correttivo in relazione all'eventuale problema della sicurezza, qualora si concretizzassero i problemi paventati per la torre. Occorre, è chiaro, avviare un iter di verifica per portare a termine la procedura concernente le varianti suddette.

Per essere più chiaro, le mie priorità per la gestione del cantiere sono le seguenti:
1) Verifica della sicurezza delle strutture
2) Accessibilità al finanziamento regionale
3) Variante al progetto in modo da conservare quanto più possibile della struttura e dell'aspetto originario.
Cordialmente
Alessandro Papini

oggetto: RE: RE: Lambruschini da: Sbarriti Danilo
   21/04/2011 ore 11:32
  Caro Alessandro, credo tu sia a conoscenza che antecedente all'ultimo sequestro già l'Ufficio Tecnico del Comune aveva provveduto alle rilevazioni in merito all'errata applicazone delle norme antisismiche alle normative 1996 anziche alle norme 2008 e inviato a tutti gli organi competenti le progettazioni corettive per l'adeguamento. Quindi bisogna stare attenti a quanto si afferma altrimenti si insinua il dubbio che la struttura sia pericolante. Purtroppo in questi anni troppe forse politiche sia in Cosiglio Comunale che fuori hanno scatenato una guerra mediatica che porta a tutto a non colcludere un opera pubblica e a far aumentare i costi per la sua realizzazione, penso che i cittadini su questo tema ci giudicheranno anche su questo.
Saluti, Sbarriti Danilo - Candidato per la lista IDV&SEL

oggetto: RE: RE: RE: Lambruschini da: Alessandro Papini
   21/04/2011 ore 15:25
  Caro Danilo,
Questo è solo uno degli aspetti del problema; come sai i problemi legati alla edificazione del palazzo sul luogo precedentemente occupato dalle scuole Lambruschini si è trovato ad affrontare qualcosa di più che qualche petit ennui. Non ho mai inteso creare allarmismi, ma voglio sottolineare che l'interesse primario è quello di assicurarsi una volta per tutte della sicurezza del progetto; in subordine alla sicurezza occorre accertarsi della certezza del finanziamento regionale, al fine di evitare ai cittadini (già tartassati per lo sforamento delle spese dovuto ai problemi e ai lunghi stop) ulteriori salassi. Infine si dovrà vagliare la possibilità di rivedere il progetto, senza assolutamente pregiudicare i punti precedenti, al fine di mantenere, della vecchia scuola, qualcosa di più di uno sbiadito ricordo.

oggetto: RE: RE: RE: Lambruschini da: ROBERTO RENZI
   21/04/2011 ore 15:24
  E questo sarebbe assumersi le responsabilità? Questi sarebbereo discorsi di un componente della maggioranza? Il palazzo doveva essere a costo zero ed inaugurato nel novembre 2010, dovresti assumerti le tue responsabilità politiche, non additarle ad altri, infatti nel primo sequestro il palazzo è stato fermo solo 25 giorni, invece sono stati cambiati ben tre-quattro tecnici in questi anni, la ditta (che avete scelto) ha sollevato e richiesto ben 2 milioni di riserve, anche in quel caso mi sembra ci sia una causa in corso.
Mi sfuggono le responsabilità delle opposizioni, mi risultava che il Sindaco Nocentini e la sua maggioranza avessero guidato la ristrutturazione, anzi ne sono certo....anche perchè noi il palazzo l'avremo ristrutturato come era.

oggetto: Nuovo polo per Figline da: Gracchio
   21/04/2011 ore 10:16
  Condivido le premesse del consigliere Papini:Non condivido le conclusioni che hanno portato a scegliere come candidato a sindaco Clara Mugnai sponsorizzata da Silvio Berlusconi.Non era meglio aver fatto una lista del terzo polo con un proprio candidato?Aver diviso le poche forze del terzo polo,non tenendo conto della situazione nazionale,dimostra una scarsa propensione alla coerenza politica.Per chi si sente legato ancora fortemente all'UDC ed al suo presidente Casini non può seguire la vostra NON SCELTA del candidato a sindaco.Moralmente non si può votare un sindaco consigliato dal Padre del Bunga Bunga.Sono rimasto deluso e non sono solo della sua scelta,Sig.Papini e sopratutto della sua incoerenza.
oggetto: RE: Nuovo polo per Figline da: Alessandro Papini
   21/04/2011 ore 11:01
  Gentile Gracchio,
Uno degli errori più grossi che si possono fare in politica è quello di trasferire indiscriminatamente gli equilibri nazionali nelle realtà locali

Primo: Clara Mugnai non è sponsorizzata da Silvio Berlusconi, nonostante il proclama ad effetto del simbolo del PDL. Clara Mugnai è una candidata civica che ha chiesto l'appoggio di tutte le forze che non si riconoscono nell'attuale maggioranza.

Secondo: il cd. Terzo Polo (Nuovo Polo) non è affatto diviso, in quanto a Figline API ha scelto di non essere presente (non c'è infatti il suo simbolo). Non sappiamo quindi se essi si riconoscano o meno nell'attuale maggioranza.

Terzo: la legge elettorale premia le coalizioni, e le coalizioni si fondano sui programmi. Il nostro programma rispetta fedelmente le esigenze della realtà locale. Questa a mio giudizio è coerenza; non lo sarebbe stato se avessimo sacrificato la realtà locale ad improprie scelte di bandiera.

Quarto (ma in pratica ho già risposto al primo punto). Il ritornello del bunga bunga è stantio, e la sua riproposizione denota unicamente mancanza di valide argomentazioni politiche. Si deve stare attenti a non buttare via il bambino con l'acqua sporca. Se il comportamento dell'uomo Berlusconi è censurabile, ciò non vuol dire che tutti coloro i quali si riconoscono nel partito che fa capo al Presidente del Consiglio siano ugualmente deprecabili. Se avesse, come me, vissuto cinque anni in consiglio comunale, avrebbe appreso a salvare quanto c'è di buono nei colleghi, che siano compagni o avversari. È questo il modo di costruire veramente un futuro per la nostra città, non quello di trasferire in essa sterili lotte e contrapposizioni che nuocciono alla Cosa Pubblica

oggetto: RE: RE: Nuovo polo per Figline da: Gracchio
   21/04/2011 ore 13:52
  La sua risposta, sig.Papini,è molto articolata,ma non mi convince.Una cosa però l'ho capita che fare coalizione (anche tappandosi il naso) si può forse spuntare un seggio.Ma questo non è sufficiente a giustificare un'ammucchiata che va dalla defunta lista civica (che ha mostrato il suo vero volto) alle Lega.Essere moderati non vuol dire ,in nome di un seggio da conquistare,far finta di niente sullo scontro in atto a livello nazionale.Qualche volta i principi dovrebbero superare gli opportunismi.
oggetto: RE: RE: RE: Nuovo polo per Figline da: Roberto Renzi
   21/04/2011 ore 15:23
  Salve, mi permetto Gracchio di non condividere la sua ricostruzione dei fatti; abbiamo lavorato ben 10 mesi per fare un programma importante per Figline, una unione di intenti che ci permettesse di fare fronte comune, situazione da sempre richiesta dai Figlinesi.
Nel febbraio del 2011 la sig.ra Clara Mugnai rompendo gli indugi, si è proposta come candidato a Sindaco per Salvare il Serristori proponendo un programma che era la sintesi dell'unione di intenti che era stata ricercata nei mesi precedenti.
Ciò ha convinto il PDL a non proporre un candidato a Sindaco proprio, ma a lasciar perdere qualsivoglia tatticismo, e procedere con convinzione, sperando che altri si unissero, ad appoggiare la candidatura della Mugnai.
L'udc di Figline ha pensato parecchio il da farsi, ed ha appoggiato la candidatura solo poche settimane fa, la Lega dopo aver attentamente letto e condiviso il programma ha deciso di unirsi solo qualche giorno fa.
Non c'è la volontà di prendere più seggi possibile, altrimenti ognuno cercherebbe di partecipare da solo, perchè anche se parrebbe strano la legge elettorale per i comuni per quanto riguarda l'opposizione ed i singoli seggi,favorisce chi da solo si propone, sia per la visibilità sia nel reparto delle poltrone.
In questo momento ognuno dei nostri partiti rischia di non essere parte del riparto dei seggi, ma mi creda mi sento pieno di orgoglio a far parte del primo sodalizio da decenni che prova a vincere, mettendoci la faccia e rischiando anche la propria carriera politica, pur sapendo che così facendo i posti in consiglio diminuiscono, personalmente "me ne frego" io e il pdl miriamo allo strike.

oggetto: RE: RE: RE: Nuovo polo per Figline da: Alessandro Papini
   21/04/2011 ore 15:23
  Caro signore,
Se non le piacciono le risposte articolate, mi dispiace, ma non so che farci: propagandare le proprie idee con slogan brevi e ficcanti non fa per me; altri, più avvezzi alle platee televisive, hanno questo atteggiamento, a me piace ragionare approfonditamente con tutti, anche con lei che denota un certo pertinente spirito critico.
Se poi non la convinco, non fa niente, non sono qui per convincerla di alcunché. Peraltro individuo alcune contraddizioni nella sua ultima risposta che mi piace precisare:
Primo: sarebbe stato molto più facile spuntare un seggio, come dice lei, presentando un proprio candidato sindaco, e tale opportunità era stata prospettata (le svelo un piccolo segreto, pur senza scadere nel gossip). Il superamento di tale prospettiva è avvenuto nel nome di una condivisione di programmi e di progetti, concretizzatisi nel programma elettorale che afferisce al candidato civico Clara Mugnai (e non a candidati del PDL o della Lega... lo legga, sig. Gracchio, e legga tutti i programmi delle varie liste, io l'ho fatto, ed in ciascuno di essi ho trovato qualcosa da salvare). Se lei vede in tutto ciò un'ammucchiata, forse davvero il ritornello del Bunga Bunga le ha obnubilato i sensi. Ed anche le sue considerazioni sugli opportunismi cadono nel vuoto, perché come le ho detto, in un'ottica di minoranza, tali presunti opportunismi non si dimostrano come tali. Non mi piace nemmeno parlare di scontro, seppur a livello nazionale. Di scontro parlano quelli che vorrebbero trasformare la politica in una battaglia campale, ma questa posizione non ci riguarda. I principî che ci appartengono, e che non rinneghiamo, sono gli stessi che rappresentiamo a livello nazionale e locale. Se altri, a livello locale, hanno scelto di condividerli, la cosa non può che farci piacere. E non condivido nemmeno l'uso del termine "tapparsi il naso", appartenente ad un modo di sentire la politica intriso di collusione e opportunismo. Le assicuro che respiro benissimo, e continuerò a farlo fin tanto che potrò portare avanti con franchezza le mie idee e le mie convinzioni, senza farmi condizionare da terzi che a "livello nazionale", come dice lei, possono averne affatto di diverse.
Un'ultima considerazione: la lista civica cui lei attribuisce il ruolo di defunta si riconosce pervicacemente nello stesso programma. Paventarne la morte in nome della condivisione di un'idea da parte di una coalizione (che si riconosce in questi principî civici ed ha per ciò rinunciato ad una buona parte della propria identità politica) vuol dire voler chiudere gli occhi di fronte ad una legge elettorale che per giungere al governo della città impone le coalizioni - le coalizioni di idee; quelle in cui ci si tura il naso non ci interessano. A me personalmente, questa legge non piace, ma è una Legge dello Stato e la rispetto. Lei ha altri suggerimenti?

oggetto: RE: RE: RE: RE: Nuovo polo per Figline da: Gracchio
   21/04/2011 ore 19:01
  Non volevo prevaricare nessuno.Le lunghe e articolate risposte dimostrano una filosofia politica che personalmente non condivido.Ma in democrazia c'è una cosa bellissima che ognuno,per lo meno per ora,ha la libertà di deporre il proprio voto nell'urna.Solo il tempo poi decreta la bontà delle scelte.Rimane un fatto importante che c'è un attacco all'assetto costituzionale del nostro Paese tutto questo per difendere una persona che non vuole essere giudicata.Non so se sia colpevole o innocente,ma l'UDC insieme ad altri contrasta in modo energico (non giochiamo sulle parole) questo tentativo eversivo.Il Paese ha altri problemi urgenti da risolvere.Ringrazio il Sig.Papini per avere esternato le sue ragioni che mi rafforzano nelle mie convinzionie cioè che la convenienza delle scelte prescinde dai valori non negoziabili:Basterebbe leggere le lettere dal carcere di Alcide De Gasperi.
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: Nuovo polo per Figline da: cluniacense
   21/04/2011 ore 20:09
  leggo solo ora questo interessante thread; dall'ultima risposta traspare una consequenzialità che mi sembra il consigliere non abbia espresso: Dov'è la convenienza, se è provato che l'andare in coalizione renda più difficile eleggere un consigliere? Lo dice Roberto, ed è vero, perché nelle scorse elezioni AN andò da sola proprio per avere la certezza di eleggere un consigliere, che in coalizione, conti alla mano, non sarebbe stato eletto, e questo è un fatto, e non un'ipotesi. Dallo scritto traspare anche che Gracchio è convinto che la convenienza delle scelte prescinda dai valori non negoziabili; peraltro, dal momento che convenienza non c'è e che di valori non negoziabili non si è parlato, non si capisce da dove tragga questa conclusione, a meno che ciò non rispecchi esclusivamente una sua convinzione personale.
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: Nuovo polo per Figline da: eolo
   21/04/2011 ore 20:36
  questa lè proprio bellina! l'UDC và in coalizione e così rischia di perdere il consigliere che ha e gracchio dice che lo fà per averne un vantaggio! io non ho studiato molto ma un pò di conti gli so fare perchè sennò ero belle fallito, con i voti del partito più piccolo si elegge il candidato sindaco che forze non è di quel partito. l'unico vantaggio dell'UDC sarebbe stato andare da soli. Poi non capisco quegli che ce lanno con berlusconi, può non essere simpatico, a me personalmente tutta questa faccenda del bunga bunga mi sembra tutta una cosa montata dalla stampa, se poi invece è colpevole dovrà essere giudicato dal tribunale di competenza che è quello dei ministri e casomai andrà anche in galera perchè la legge deve essere uguale per tutti. comunque a figline non si vota per berlusconi, si vota casomai per renzi che mi sembra un ragazzo ammodo e che certo non cià le minorenni in via dell'orgettina.
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
 
Torna a inizio pagina

       
Seguici su:

Calendario eventi

News da figline.it
Costruire giochi in legno: sabato 21 laboratorio al Giardino
L'associazione Ingegneria del Buon sollazzo accogliera' grandi e piccini dalle 15,30
Il 25 aprile a Pelago torna la tradizionale Biofioricola di primavera
Mercato di prodotti biologici, fiori, artigianato artistico, mostre, laboratori per bambini e animazione
Minacce e offese al professore, tre indagati
Lucca: immagini virali in rete, docente umiliato dai bulli della classe
Teatro Garibaldi: nella prossima stagione tanti big sul palco
Solfrizzi, Buffa, Ornella Muti, Pannofino, Violante Placido, Massimo Ranieri...
A Reggello il bando per la riduzione delle tariffe dei nidi
Il Comune ha aderito al progetto della Regione Toscana per l'attribuzione dei fondi nazionali 0-6 del MIUR
lista completa

Stradario
Cerca indirizzo


Meteo
HomePage DOVE DORMIRE MANGIARE e BERE Figline e dintorni Gallerie Fotografiche

HiHo srl 
Sede legale: Via G.Donizetti, 52 - 50018 Scandicci (FI) - Sede operativa: Via Vetreria, 73 50063 Figline Valdarno ( Fi )  
tel. +39 055 5357453 - fax +39 055 5609013 - info@figline.it - P.Iva 05443270482

Powered by Hiho S.r.l © 2018
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI