HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni
logo www.figline.it
Marted? 23 ottobre | 08:53 pm Ricerca nel sito nel web
 
Figline.it : RUBRICHE » Cronaca » DISCARICA DI LE BORRA: LETTERA APERTA DI UN CITTADINO A DAVIDE ERMINI
Menu principale

News dal web

I Vostri Ultimi Commenti

Guestbook

Lasciateci i vostri commenti, impressioni, consigli....o anche solo un saluto!

Vai al Guestbook


Webmail

Visitatori dal 01/12/2006
Numero visite: 27591499
DISCARICA DI LE BORRA: LETTERA APERTA DI UN CITTADINO A DAVIDE ERMINI
Data pubblicazione 22/06/2011 18:44:50

 
SCARICA CLASSIFICAZIONE RIFIUTI 2000-532-CE

"Gentile Dott. Ermini,

Mi scuso se la importuno con questa mia lettera, ma mi rivolgo a lei sia come Presidente del Consiglio Provinciale che come cittadino residente nel Comune di Figline Valdarno, in quanto anche lei, come tutti noi, subirà le conseguenze della scelta scellerata del sito di Le Borra come impianto di discarica per rifiuti cosiddetti non pericolosi.

Ho assistito alla riunione del Consiglio Provinciale del 30 Maggio 2011, durante la quale l’Assessore Crescioli ha risposto alle interrogazioni che erano state presentate da PD, PDL, Lega e Rifondazione in merito alla programmata discarica di Le Borra. Con profondo rammarico le vorrei segnalare, se avrà la pazienza di leggere quanto le riporto sinteticamente qui di seguito, le contraddizioni e la superficialità con la quale il potere politico prende decisioni come quelle in materia di gestione del ciclo dei rifiuti con scarsa e risibile competenza tecnica.

Se lo riterrà opportuno mi consideri a sua disposizione per un’analisi critica più dettagliata di quanto riportato dall’Assessore Crescioli e per un’eventuale risoluzione sostenibile del ciclo di gestione dei rifiuti.

Nel comunicato scritto (verba volant scripta manent!) dell’Assessore Crescioli, di cui sicuramente anche lei avrà una copia, si legge:

Punto 1 (categoria della discarica): “… la discarica di Le Borra è destinata ai rifiuti urbani non pericolosi…”, e ancora: “… i rifiuti che verranno deposti nella futura discarica di Le Borra saranno costituiti da ceneri e scorie prodotte da impianti termici di trattamento rifiuti (codice CER 19.01) […] da rifiuti della raccolta differenziata (codice CER 20.01) e da rifiuti prodotti da trattamento meccanico dei rifiuti (codice CER 19.12). Ovviamente sempre con esclusione assoluta di rifiuti pericolosi, che per legge non possono essere destinati a discariche per rifiuti non pericolosi ...”

Per dovere di cronaca, anche se risulta un po’ pesante, le riporto le specifiche dei codici dei rifiuti a cui ha fatto riferimento l’Assessore Crescioli riprese dal Catalogo Europeo dei Rifiuti. Le ricordo che i rifiuti contrassegnati nell’elenco con un asterisco “*” sono rifiuti pericolosi ai sensi della direttiva 91/689/CEE relativa ai rifiuti pericolosi.

19 01 Rifiuti da incenerimento o pirolisi di rifiuti
19 01 02 materiali ferrosi estratti da ceneri pesanti
19 01 05* residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi
19 01 06* rifiuti liquidi acquosi prodotti dal trattamento dei fumi e di altri rifiuti liquidi acquosi
19 01 07* rifiuti solidi prodotti dal trattamento dei fumi
19 01 10* carbone attivo esaurito, impiegato per il trattamento dei fumi
19 01 11* ceneri pesanti e scorie, contenenti sostanze pericolose
19 01 12 ceneri pesanti e scorie, diverse da quelle di cui alla voce 19 01 11
19 01 13* ceneri leggere, contenenti sostanze pericolose
19 01 14 ceneri leggere, diverse da quelle di cui alla voce 19 01 13
19 01 15* ceneri di caldaia, contenenti sostanze pericolose
19 01 16 polveri di caldaia, diverse da quelle di cui alla voce 19 01 15
19 01 17* rifiuti della pirolisi, contenenti sostanze pericolose
19 01 18 rifiuti della pirolisi, diversi da quelli di cui alla voce 19 01 17
19 01 19 sabbie dei reattori a letto fluidizzato
19 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

20 01 Frazioni oggetto di raccolta differenziata (tranne 15 01)
20 01 01 carta e cartone
20 01 02 vetro
20 01 08 rifiuti biodegradabili di cucine e mense
20 01 10 abbigliamento
20 01 11 prodotti tessili
20 01 13* solventi
20 01 14* acidi
20 01 15* sostanze alcaline
20 01 17* prodotti fotochimici
20 01 19* pesticidi
20 01 21* tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio
20 01 23* apparecchiature fuori uso contenenti clorofluorocarburi
20 01 25 oli e grassi commestibili
20 01 26* oli e grassi diversi da quelli di cui alla voce 20 01 25
20 01 27* vernici, inchiostri, adesivi e resine contenenti sostanze pericolose
20 01 28 vernici, inchiostri, adesivi e resine diversi da quelli di cui alla voce 20 01 27
20 01 29* detergenti contenenti sostanze pericolose
20 01 30 detergenti diversi da quelli di cui alla voce 20 01 29
20 01 31* medicinali citotossici e citostatici
20 01 32 medicinali diversi da quelli di cui alla voce 20 01 31
20 01 33* batterie e accumulatori di cui alle voci 16 06 01, 16 06 02 e 16 06 03 nonché batterie e accumulatori non suddivisi contenenti tali batterie
20 01 34 batterie e accumulatori diversi da quelli di cui alla voce 20 01 33
20 01 35* apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, diverse da quelle di cui alla voce 20
01 21 e 20 01 23, contenenti componenti pericolosi (<M^>6)
20 01 36 apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci 20 01 21, 20 01 23 e 20 01 35
20 01 37* legno, contenente sostanze pericolose
20 01 38 legno, diverso da quello di cui alla voce 20 01 37
20 01 39 plastica
20 01 40 metallo
20 01 41 rifiuti prodotti dalla pulizia di camini e ciminiere
20 01 99 altre frazioni non specificate altrimenti

19 12 Rifiuti prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti (ad esempio selezione,
triturazione, compattazione, riduzione in pellet) non specificati altrimenti

19 12 01 carta e cartone
19 12 02 metalli ferrosi
19 12 03 metalli non ferrosi
19 12 04 plastica e gomma
19 12 05 vetro
19 12 06* legno contenente sostanze pericolose
19 12 07 legno diverso da quello di cui alla voce 19 12 06
19 12 08 prodotti tessili
19 12 09 minerali (ad esempio sabbia, rocce)
19 12 10 rifiuti combustibili (CDR: combustibile derivato da rifiuti)
19 12 11* altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, contenenti sostanze pericolose
19 12 12 altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce 19 12 11

Come si evince dall’elenco riportato, la maggior parte dei rifiuti riferibili ai codici CER 19.01 e 20.01 sono rifiuti pericolosi.
Come si concilia la loro destinazione in una discarica per rifiuti NON pericolosi?
Tra i rifiuti da conferire in discarica menzionati dall’Assessore Crescioli ci sono anche carta (20.01.01, 19.12.01), vetro (20.01.02, 19.12.05), plastica (20.01.39, 19.12.04), metalli e metalli ferrosi (20.01.40, 19.12.02). Perché questi “rifiuti” non vengono riciclati e riutilizzati seguendo una politica virtuosa che considera il rifiuto come risorsa e non come scarto da conferire in discarica?

Punto 2 (localizzazione dell’impianto): “… per quanto riguarda la localizzazione della discarica, è bene ricordare che non spetta al pianificatore svolgere indagini geologiche sui diversi siti, che riguardano invece le fasi successive di realizzazione dell’impianto …”

Mi perdoni ma mi sfugge questa affermazione dell’Assessore Crescioli. Come si fa a fare una pianificazione senza porsi minimanente il problema se il sito individuato sia o meno idoneo ad ospitare una discarica? Secondo il criterio esposto dall’Assessore Crescioli è quindi possibile pianificare il sito di una discarica ovunque lo si ritenga opportuno? E se fosse stato scelto il Parco delle Cascine o quello dell’Anconella, cosa avrebbe detto la popolazione di Firenze?

E ancora: “… per quanto riguarda il sito considerato non sono presenti fattori escludenti ma sussiste un unico fattore penalizzante in quanto area sottoposta a vincolo idrogeologico …”

Qui l’Assessore Crescioli fa giochini di prestigio con le parole: non ci sono fattori escludenti se non quello del vincolo idrogeologico!!! Se l’area è sottoposta a vincoli (non solo idrogeologico ma anche paesaggistico) forse ci sarà un motivo, ma l’Assessore Crescioli non sembra preoccuparsene affatto.

I giochini di prestigio con le parole continuano facendo riferimento alla normativa (DL 36/2003): “… qualora la barriera geologica non soddisfi naturalmente le condizioni di cui sopra, può essere completata artificialmente attraverso un sistema barriera di confinamento opportunamente realizzato che fornisca una protezione equivalente …”.
Il punto critico è però dove la normativa stabilisce chiaramente che: “…La protezione del suolo, delle acque sotterranee e di superficie deve essere realizzata, durante la fase operativa, mediante la combinazione della barriera geologica, del rivestimento impermeabile del fondo e delle sponde della discarica e del sistema di drenaggio del percolato …”; e per barriera geologica la normativa fa riferimento esplicito ad una “formazione geologica naturale”, non ad un riempimento artificiale che fa parte invece del rivestimento impermeabile del fondo e delle sponde della discarica che deve essere comunque predisposto in combinazione con la barriera geologica naturale!


Punto 3 (recenti lavori svolti nell’area di Le Borra): “… Com’è noto il sito di Le Borra insiste all’interno dell’ex discarica mineraria di proprietà ENEL. Tale sito risulta ancora di proprietà ENEL …”

In questa prima frase l’Assessore Crescioli incorre in un lapsus Freudiano che la dice lunga sulla sua competenza in materia di discariche e gestione del ciclo dei rifiuti: quella che lui chiama ex discarica mineraria dell’ENEL non è assolutamente una discarica. Non sono certamente io a dirlo ma il D.lgs. 152/06 all’art. 186 che riguarda le terre e le rocce da scavo: “… Le terre e rocce da scavo, anche di gallerie, ed i residui della lavorazione della pietra destinate all'effettivo utilizzo per reinterri, riempimenti, rilevati e macinati non costituiscono rifiuti...”

Chiedo poi troppo se gradirei sapere se la zona di Le Borra è di proprietà ENEL o del Comune di Figline Valdarno? Il Sindaco del Comune in questione ha impostato la recente campagna elettorale, che l’ha riconfermato alla guida del Comune, sbandi erando a destra e manca che l’area di Le Borra era stata acquistata dal Comune di Figline Valdarno per tutelare i figlinesi e per garantire che la prospettata discarica sia realizzata con le più moderne tecnologie per la tutela ambientale. L’Assessore Crescioli afferma invece che l’area è ancora di proprietà ENEL. Uno dei due evidentemente mente sapendo di mentire.

E ancora: “… le lamentate operazioni invasive di disboscamento e di sbancamento […] consistono invece, per informazioni assunte dai responsabili ENEL, in un intervento di ripristino del ciglio di una scarpata ove si era verificato un movimento franoso causato da infiltrazioni di acque piovane …”

Così su due piedi, senza alcun dato a disposizione, non posso dire molto, ma sarei curioso se i responsabili ENEL mi facessero vedere sul terreno i limiti di questa presupposta frana e mi indicassero anche quando, di grazia, questa presupposta frana sarebbe avvenuta. Chiedo troppo in qualità di cittadino “tal quale”?

Punto 4 (studio di valutazione dell’area): “… lo stesso Comune di Figline Valdarno valuterà la possibilità di diffonderne o meno il contenuto …”.
Anche qui mi sfugge il significato dell’affermazione dell’Assessore Crescioli. Come sarebbe a dire che spetta al Comune di Figline Valdarno valutare la possibilità di rendere pubblico questo studio? La richiesta dovrebbe essere arrivata da un altro Ente Pubblico qual è la Provincia di Firenze, e lo studio in questione è stato pagato con danaro pubblico. Cosa c’è di tanto misterioso da non renderlo accessibile?

Infine, ultima pagina, penultimo capoverso: “… il Piano Interprovinciale di ATO Toscana Centro prevede la conferma dell’impianto di discarica di Le Borra, per il quale non esistono al momento elementi di criticità o condizioni tali che facciano ritenere che non si possa realizzare un impianto sicuro dal punto di vista ambientale e pienamente conforme alle prescrizioni di legge …”

La contraddizione dell’Assessore Crescioli si fa persona in quest’ultima affermazione. Come si fa a dire candidamente che non esistono elementi di criticità quando nella Matrice di Valutazione della sostenibilità delle azioni di Piano riportata nel documento preliminare del Piano Interprovinciale di gestione dei rifiuti dell’ATO Toscana Centro del giugno 2010 (pagg. 128 e 134), si prospetta senza ombra di dubbio che la realizzazione della discarica di Le Borra avrà effetti ambientali negativi per quanto riguarda le acque superficiali e sotterranee, il suolo e il rischio idrogeologico?"


 

Prof. Simone Tommasini
Università degli Studi di Firenze
Dipartimento di Scienze della Terra
 

 


 Condividi su facebook

lista dei commenti inseriti dagli utenti (44 commenti in totale)
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
ATTENZIONE!!! FUNZIONE SPERIMENTALE
Se vengono attivati nuovi commenti su questa pagina avvisami alla seguente mail (usare il pulsante '-' per rimuovere una mail precedentemente aggiunta)
oggetto: Ermini dove sei? da: Mercurio
   27/06/2011 ore 15:18
  Ma se è plausibile che l'Avv.. non ci risponda sul forum, (forse non lo sa usare il pc) ma almeno sulla stampa potrebbe rispondere....

Caro David dove sei?

oggetto: Il portafoglio? da: Zorro
   27/06/2011 ore 14:08
  In un famoso film degli anni ’60 un attore risponde al gestaccio delle corna di un automobilista tirando fuori e facendolo vedere: il portafoglio. Poi soggiunge: ognuno mostra ciò che ha! “Semmai” significato: nel caso improbabile che……. ! Come diventa, allora, veramente lo scritto? La mia cultura ……la mia conoscenza ….”nel caso improbabile che….” mi aiuta nella comprensione…! Evvai!!! Saranno le corna o il portafoglio ciò che vien sbandierato?
oggetto: RE: Il portafoglio? da: James Connolly
   27/06/2011 ore 15:19
  Mr. Zorro,
per associazione, quale dei due casi ha risvegliato la Sua memoria?
JC

oggetto: Sig. Massimo Pandolfi da: James Connolly
   27/06/2011 ore 10:23
  Buongiorno Sig. Pandolfi,
mi dispiace di averLe dato l'impressione di voler dare lezioni via web,poichè,ciò non rientra tra gli scopi della mia comunicazione tantomeno tra quelli della mia vita.
La mia cultura o meglio la mia conoscenza delle cose è un fatto privato che, semmai, mi aiuta nella comprensione delle cose che mi circondano e dei fatti ad esse colegati o collegabili e, per tale obiettivoò non disdegno l'uso degli strumenti telematici che consentano di arricchirla di contenuti.
Convengo con Lei sul fatto di aver suscitato un dibattito aperto su di una grande questione che ci riguarda tutti e che meriterebbe di essere affrontata pubblicamente e con la partecipazione di tutti gli attori.
Rispetto anche la Sua opinione riguardo agli pseudonimi ma, mi consenta di non condividerne i contenuti.

La saluto cordialmente - JC

oggetto: la penso come il sindaco da: mercurio
   24/06/2011 ore 20:30
  La penso come il Sindaco, stranamente credetemi, se non vogliamo fare la fine di Napoli le discarche ci vogliono e io son fiero di fare la mia parte.

Poi lo ripeto Nel PROGRAMMA ELETTORALE c'era, e allora basta,,, macchè referendum abbiamo già detto di si, i figlinesi hanno già votato la vogliamo e ora va fatta si dia retta al popolo.

L'unica cosa che mi inquieta e che non si parli di cosa ci guadagna Figline Valdarno, (es esenzione pagamento nettezza, un palasport, eccc....), se non si parla di questo alla fine si prende la discarica ugualmente e non si becca nulla.

oggetto: sono ancora da: Alfredo
   23/06/2011 ore 08:47
  Vedo che sono state riproposte le orrifiche tabelle dei rifiuti dannosi e vedo che sono ancora mancanti alcuni punti (tipo il 19 01 03, 04, 08, ecc...) di cui avevo chiesto notizia. Resto in fiduciosa attesa
oggetto: RE: sono ancora da: staff figline.it
   23/06/2011 ore 15:54
  Grazie al contributo del Prof. Tommasini, abbiamo reso disponibile il download del documento in pdf, riguardante la classificazione dei rifiuti, dal link sottostante l'immagine di questo stesso articolo.
oggetto: RE: sono ancora da: simone tommasini
   23/06/2011 ore 15:40
  Noto che evidentemente lei, Sig. Alfredo, non si degna di cercare delle risposte ovvie alle domande che fa, e quindi ho mandato il file sulla classificazione dei rifiuti, che poteva tranquillamente scaricarsi da internet, alla redazione di figline.it. Penso che possa tranquillamente farne richiesta, cosicchè soddisferà le sue perplessità e si renderà conto che i punti mancanti sono effettivamente mancanti e non sono stati volutamente omessi.
non tutti facciamo vedere solo quello che ci fa comodo!
con stima

simone tommasini

oggetto: RE: RE: sono ancora da: Alfredo
   25/06/2011 ore 14:02
  Mi scusi professore, ma ho sempre visto le tabelle andare in senso lineare dove tra il 2 e il 5 ci sono in genere anche il 3 e il 4. Se nelle Sue questo non succede, mi permetterà di essere perlomeno perplesso???
oggetto: RE: RE: RE: sono ancora da: Zorro
   26/06/2011 ore 08:51
  Leggere è sport troppo estremo?
http://www.figline.it/templates/www.figline.it/docs/DOCUMENTI%20PROVINCIA/ClassificazioneRifiuti2000-532-CE.pdf

oggetto: convegno da: Mercurio
   23/06/2011 ore 08:08
  Grazie prof. ma si metta nei nostri panni, così è troppo complicato capire il tutto.

se posso suggerire sia a lei sia all'avvocato Ermini: perchè non convocate una discussione in un convegno partecipativo dove anche noi comuni mortali possiamo capire bene come funziona l'andaradan?

La discarica comunque sa da fare, io sono favorevole,e poi con il recente voto i figlinesi l'hanno voluta era nel programma elettorale del sindaco.

oggetto: RE: convegno da: patrizia
   24/06/2011 ore 10:00
  Ma lo sbandierare continuamente che con il voto i cittadini hanno scelto la discarica non è un pò forzato? I cittadini che hanno votato il sindaco sono al corrente di quello che verrà conferito in discarica? Sono al corrente che è previsto il conferimento di scorie classificate CER 19.01(acronimo di Catalogo Europeo dei Rifiuti)e rifiuti CER 20.01 e CER 19.12, classificazione che indicano per la maggior parte sostanze pericolose.
Lo sanno che il terreno delle Borra è sottoposto ad un vincolo idrogeologico e paesaggistico? Lo sanno che in questa area non è mai stato fatto uno studio geologico nè indagine tecnica per verificare l'idoneità del sito atta ad ospitare la discarica?
Lo sanno che per bonificare un'area che ha ospitato una discarica di rifiuti non pericolosi e questo non è il caso, perchè ci vogliono conferire rifiuti pericolosi, ci vogliono dai 30 anni ai 40 anni? I cittadini lo sanno che verranno inquinate le falde acquifere come è successo a Podere Rota?
Non è forse meglio non buttarceli affatto quei rifiuti e cominciare a pensare al rifiuto come risorsa per la comunità attraverso la raccolta differenziata spinta ed il riciclo totale?
(ma ahimè questo il sindaco non lo aveva nel programma)

oggetto: RE: RE: convegno da: Zorro
   26/06/2011 ore 11:13
  Stimatissima Patrizia,
mi meraviglio di Lei, questa volta – obtorto collo - devo proprio redarguirLa: Lei credeva che per “prima di mettere il primo camion di rifiuti” si dovesse ai sensi del D.Lgs. n. 152 del 3/4/2006 cosiddetto Codice dell’ambiente (per chi interessato lè trova qui: http://www.altalex.com/index.php?idnot=33891 sono oltre 300 articoli) elaborare un progetto ingegneristico esecutivo corredato da specialismi specifici quali per esempio indagini geologiche utilizzando anche le moderne tecnologie di indagine, simulazioni computerizzate di flussi di traffico, verifiche dei carichi delle varie situazioni infrastrutturali, Valutazioni di Impatto Ambientale, eccetera eccetera? Naaaaaaaaa !!!
Lei credeva che alle Borra il Piano ATO 6 (approvato anche dal Sindaco Riccardo Nocentini) prevedesse a pag. 95:
ingombranti non recuperati 16.347 t/a
spazzamento strade 20.136 t/a
scarti da compostaggio 9.500 t/a
fine da pre-trattamento 35.873 t/a
scarti da produzione CDR 10.445 t/a
scorie da trattamento termico 59.566 t/a
totale 151.868 t/a

Lei invece…… hai hai haiiiiiii ………ignorava che “rispondo; non hai letto il programma del Nocentini dice di non aprire la discarica prima della realizzazione del termovaorizzatore della rufina o giù di li, quindi si parla di accogliere ceneri di inceneritore e quindi di depositi chiamati discariche, ….” Lei riteneva (aldilà della maggiore pericolosità) che le scorie da trattamento fossero meno di un terzo dei rifiuti che andranno alle Borra? Suvvia si informi. Lei riteneva che l’accordo del 21 aprile (puntoXII) sancisse che “…una volta chiusa la discarica di Casa Rota [2014], i flussi di rifiuto urbano provenienti dai Comuni appartenenti al Valdarno Aretino, destinati ad essere smaltiti DIRETTAMENTE IN DISCARICA …….etc. etc. ……verranno smaltiti nell’impianto di discarica delle Borra assicurando sia condizioni di piena e completa reciprocità….. etc. etc. …. Sia la continuità del servizio garantito dalla discarica di Casa Rota” Lei credeva che le Borra sarebbero diventate la “Nuova Podere Rota” del Valdarno? Davvero mi meraviglio di Lei. Come essere cosi superficiali, pressappochisti e ingenui? Spero che adesso abbia capito che: Ciò che è cogente non sono le Leggi, i piani industriali e gli accordi tra istituzioni; ciò che conta è “il programma elettorale” è questo e SOLO questo che ha forza di legge (a dimenticavo anche la proprietà che non c’è conta parecchio). Unne scherzerà miha? Spero che abbia capito infine che: l’impianto del trattamento dei rifiuti in discarica delle Borra (cosiddetta discarica, ma trattasi di impianto) abbisognasse di progettazione? Nulla di più sbagliato! basta uno studio(non anni prima e illustrato alle comunità locali, massieee) basta “prima di mettere il primo camion di rifiuti”, ma badi bene non uno studio qualsiasi, ci vuole proprio uno studio approfondito. Uno studio attento? NOOOOOOOOO Uno studio specialistico? NOOOOOOOOOO. Ma OOOOOOOOOOOHHHH ho detto approfondito ovvia e questo deve bastarLe!
Concordo anche sulla proposta del Convegno proporrei il tema: Ricadute progettuali, tipologiche ed operativo-gestionali sull’impianto delle Borra alla luce dell’accordo del 21 aprile tra le provincie di Firenze e Arezzo. Che dite verrebbe qualcuno a dire quale diavolo di progetto e di impianto si profila con quell’accordo? Io ne dubito.

oggetto: RE: RE: convegno da: cassandra
   25/06/2011 ore 17:48
  Mi associo senza ombra di dubbio a tutto ciò che dici e che corrisponde alla pura verità.Ma consentimi uno sfogo.
Mi meraviglio soltanto che di fronte a messaggi quali quello del Tommasini, si risponda con tanto pressapochismo e così poco senso di responsabilità nei confronti di un problema veramente importante quale quello dei rifiuti.
Mi riferisco a chi si firma Mercurio: forse di Mercurio avrà le ali, ma il cervello ce l'ha di un piccione. Vorrei vedere se il Sindaco gli dicesse di buttarsi da un quinto piano se lui lo farebbe. Ebbene, accettare una discarica per ceneri e scorie a Le Borra (o da qualunque altra parte) è come buttarsi da un quinto piano. Forse è peggio perché da un quinto piano si può avere la fortuna di morire subito, ma di cancro si muore piano piano, con sofferenza. Il signor Mercurio è solo uno "yesman".Ce ne sono troppi.
Quanto ad Alfredo, credo che potrebbe fare il sacrificio di documentarsi un pochino da solo, visto che il mezzo lo sa usare, ma forse solo per cavillare su qualche mancanza di codici..... e niente più.Nessuno vuole nascondere nulla, sono altri che non dicono la verità!Perché la verità, e soprattutto questa verità, è scomoda.
Comunque se il Sindaco, i figlinesi, come dice lo yesman etc.vogliono la discarica alle Borra, provino ad utilizzare le ceneri e le scorie per un bel fango di bellezza.
Bisogna accettare il fatto che lo spirito ecologista non è nel dna di certi giovani politici!!.
Patrizia, comunque perderemo la guerra, ma non senza aver lottato!|.



oggetto: RE: RE: RE: convegno da: Mercurio
   25/06/2011 ore 19:00
  Cara Cassandra chi non la pensa come te non vuol dire che ce l'ha come un piccione, io sul tuo cranio non mi permetto appoggiare nessun misuratore, consentimi una battuta speriamo che il tuo nome un sia presagio di sventura e un si faccia la fine di Napoli,,,,, se votato un mese fa mica un parcel fa... si faccia la discarica così i figlinesi hanno deciso votando,,,, in campagna elettorali tutti i gruppi di opposizione hanno detto no alla discarica ed hanno perso.
Sul pressapochismo ti rispondo, che volevi un trattato di fisica quantistica su un forum.,.. si inviano opinioni flash

rispondo anche a patrizia; non hai letto il programma del Nocentini dice di non aprire la discarica prima della realizzazione del termovaorizzatore della rufina o giù di li, quindi si parla di accogliere ceneri di inceneritore e quindi di depositi chiamati discariche, poi si è acquistato o forse si sta acquistato il terreno, 900.000 euro già spesi ti sembra abbastanza per confermare la volontà di aprire la discarica, 80 ettari di ex cave di lignite.......se ti sembra che non ci fosse la volontà di voler fare la discarica...

Io non ho votato nocentini, ma rispetto le opinioni della maggioranza e visto che la discarica era nel programma, e quel punto tra l'altro mi trova in accordo, via alle danze partano le ruspe, visto son democratico rispetto le opinioni degli altri

oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: cassandra
   26/06/2011 ore 11:13
  Mercurio mi dispiace che te la sia presa così tanto per il volatile, ma dalle tue parole capisco che tu non sei poi tanto dentro alle cose e parli a seconda di quello che frammentariamente senti dire in giro. E' giusto che tutti parlino delle cose, però un minimo di approfondimento su certe questioni bisogna farlo.
Ti ostini a dire che il programma politico lo prevedeva e la gente ha riconfermato la maggioranza politica e di conseguenza anche la discarica.. Se sei al corrente delle cose dovresti ben sapere che la discarica delle Borra non è stata spiegata ai cittadino nel modo e nei termini corretti. E' passata quasi inosservata, a margine delle altre cose (esattamente una decina di righi a pag. 16 del programma).
A maggior ragione, proprio perché non inserita tra i 3 punti prioritari per l'esecutivo, non ci dovrebbero essere problemi per un ripensamento a favore di altre strade che portino piano piano, per esempio, ad una raccolta differenziata di eccellenza. Ma tu ci sputi sopra ad una bella raccolta di rifiuti che porti il Comune di Figline ad essere annoverato fra quelli con vocazione ecologica? Fossi un giovane amministratore vorrei mettermi in gioco! Non lo fa il Sindaco Renzi per il traffico? Il nostro sindaco potrebbe farlo per i rifiuti. Non credi?. Altrimenti " I CARE" dov'è?
Un'ultima cosa, rispettare le opinioni degli altri ed essere democratici va bene, ma non giocare sulla pelle degli altri, delle donne che dovranno generare dei figli, dei bambini già nati e degli adolescenti.Perché è soprattutto su questi che gli effetti diuna discarica produrrà i suoi effetti (altro che Napoli).
Pensaci ancora un po' Mercurio.

oggetto: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 18:59
  Allora Cassandra, lottiamo, lottiamo tutti per ridurre e di parecchio il cumulo dei rifiuti che produciamo, incominciamo a rifiutare tutti quei prodotti che hanno l'imballo dell'imballo dell'imballo, ad usare le cosine un po' meno comode, ma meno inquinanti e spesso anche più economiche. L'altro giorno sono capitato in u grosso negozio di elettrodomestici e ho visto una sequela di macchine da caffè "a capsule", cioè per ogni tazzina di caffè si produce un rifiuto (tra l'altro misto e quindi difficilmente trattabile) più o meno uguale a quello della tazzina che andrà a riempire (senza contare che costa un multiplo di un buon caffè fatto con la polvere). Incominciamo seriamente e, non dico che la situazione migliorerà, ma almeno di fermerà questa spirale perversa che induce a produrre sempre più rifiuti e sempre più tossici. E ricordiamo una cosa: i materiali più inquinanti e meno degradabili non li hanno inventati i falegnami o i pizzicagnoli o gli operai metalmeccanici, li hanno inventati gli scienziati!!!!
oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Cassandra
   26/06/2011 ore 16:52
  Scusa Alfredo, ma non è quello che cerchiamo di far capire ai nostri amministratori. E' che purtroppo loro non vogliono capire. Io ho sempre pensato che una buona raccolta differenziata porti i rifiuti a "zero" o quasi. Di conseguenza le discariche non dovrebbero più esistere. L'averle previste è partire già perdenti!
Ma da una parte bisogna cominciare. Al Comune di Capannori, di cui tanto si è parlato anche in TV(REPORT) è riuscito a produrre rifiuti ZERO. Certo gli ci sono voluti 12 anni. E più amministratori si sono avvicendati in quegli anni.
Credo che l'importante sia cominciare,ritrovarsi per parlarne insieme in una specie di "class action" (in senso però propositivo) in cui l'unico soggetto da tutelare è L'UOMO, nella sua veste di individuo e di cittadino.

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Mercurio
   27/06/2011 ore 08:59
  Il porta a porta serve solo a raddoppiarci l'imposta della nettezza, per alcuni commercianti è già insostenibile, allora troviamo un altro modo, e ci sarà...

Un'altra cosa se non si vuol bere il caffè amaro e poi mangiare due fette di crostata e dire sono a dieta, magari non facciamo sempre l'esempio di una cittadina vedi cappannori, ma cerchiamo una metropoli. Mi sembra che Napoli faccia i 4/5 dei rifiuti della provincia, che risolveresti se ricicli PARTE del rimanente quinto????, almeno che qualcuno non debba gettare fumo negli occhi e allora tutto va bene

oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: maurima
   26/06/2011 ore 08:54
  Caro Alfredo, sono molto dispiaciuto di assistere a una diatriba che di obbiettivo non ha nulla, noto un comportamente calcistico da tifoseria guasi ultrà nei confronti della propria parte. La posta in gioco è cosi alta da richiedere da parete di tutti una onestà intellettuale di ascoltare, documentarsi, confrontarsi,mettere in conto che potrebbe avere ragione anche l'altro. Non ci sono in gioco solo soldi ma la salute nostra e soprattutto dei nostri figli. Paragonare Figline a Napoli è un esempio forte ma figlio di una serie di amministrazioni che con la spazzatura hanno fatto business a gogo. Se veramente non vogliamo fare quella fine occorre vigilare come cittadini che le decisioni prese in alto non rappresentino l'interesse di pochi.Per quanto riguarda la scelta che gli elettori votando il sindaco Nocentini hanno votato sulla discarica, la trovo molto discutibile visto la bassissima informazione corretta a disposizione dei cittadini al giorno delle elezioni. Non erano a conoscenza e molti non lo sono ancora della reale situazione, neppure i cittadini di Cesto, Gaville, Restone etc che la discarica la avranno in bocca. Vi invito tutti quanti a spogliarvi dei preconcetti e di non schierarvi a favore o contro il Sindaco Nocentini ma a favore della verità, ricercandola, informandosi, confrontandosi e ricordando che per denaro sono state e saranno commesse le cose più indicibili, pregherei quindi di non firmare assegni o deleghe in bianco a nessuno o non avremo il diritto di lamentarci di ciò che avverrà. Spero un giorno a breve di poterci incontrare in una pubblica piazza per scambiarci informazioni e formarci delle opinioni consapevoli senza pregiudizi e senza nascondere la testa sotto la sabbia.
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Mercurio
   27/06/2011 ore 08:58
  Non è vero che gli elettori non hanno capito che votando Nocentini si dava l'ok alla discarica, ma se tutte le opposizioni dichiaravono di essere contrarie alla realizzazione dell'opera e ci hanno fatto una testa tanta anche con tante lettere a casa, e il Nocentini invece ce l'aveva nel programma, certo che era chiara la cosa direi cristallina...
e allora si dia la sovranità al popolo (che in teoria ce l'avrebbe) esso per me ha già scelto, sarebbe come se il governo desse il via al nucleare, perchè nel caos legale abbiamo abrogato una norma strana la corte ha fatto un casino in teoria mi hanno spiegato che abbiamo votato all'inverso, e volendo... fregandosene del popolo si potrebbe fare, io non lo troverei giusto, come non trovo giusto che se i figlinesi hanno votato per la realizzazione della discarica non troverei giusto che non la si facesse, e perchè si va a votare allora?

Mi sembra che vi arrampicate sugli specchi, fate la figura di quei partiti che dicono abbiamo perso ma noi siamo cresciuti del 2% fingendo il pareggio, classicamente hanno vinto tutti, qui si è deciso e cosi sia, senza rimpianti magari apportando dei correttivi, ma la si faccia e subito, e guadagnamoci qualcosa non passiamo da fessacchiotti.

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Zorro
   27/06/2011 ore 10:35
  Premetto che parlo solo per me e non per alcun partito. Quindi la figuraccia sarà solo la mia. Ma del ragionamento –rispettabilissimo sia chiaro – non mi torna un punto (e lo dico da cittadino preoccupato) se vale solo e soltanto il programma elettorale di Nocentini – che la gente ha votato, con un meno 7% ma ha votato – cosa succederà se, come oramai appare chiaramente ipotizzabile, gli inceneritori di Greve, Rufina e Case Passerini non saranno messi a regime di qui al 2014 (data di chiusura di podere Rota dove ora tutti noi mandiamo i nostri rifiuti)? Dove invieremo i nostri rifiuti? Questo il programma non lo dice! Ma una coalizione di governo ha il dovere di programmare il futuro su questo problema? Io credo di si! E mi pare che facendo, come dice Lei, di usare solo il programma di Nocentini non si vada da nessuna parte? Lei sostiene che il programma di Nocentini dava l’ok alla discarica, vabbene voglio seguirLa su codesto terreno. A quale discarica si dava l’OK a quella dal piano ATO 6 del 2007 un milione di metricubi per 151.868 t/a: Mi sbaglio o mi pare di aver letto che c’è chi sostiene che ci andranno solo le ceneri e dopo l’avvio dei termovalorizzatori? Allora le 92.302 tonn/anno delle 151 che non sono ceneri dove si pensa di metterle? I metri cubi della discarica, prevista nel programma quanti sono? Ancora un milione? Lei sa dirmi questo?
Lei sa come si possono rappresentare un milione di metri cubi? Sono come un grattacielo di 35 (dico TRENTACINQUE) piani,quindi cento metri, grande quanto DUE campi di calcio, Lei solo immagina? E dentro ad un mostro del genere Lei onestamente pensa che ci saranno messe solo le ceneri?
Ancora: “i flussi di rifiuto urbano provenienti dai Comuni appartenenti al Valdarno Aretino, destinati ad essere smaltiti DIRETTAMENTE IN DISCARICA …….etc. etc. ……verranno smaltiti nell’impianto di discarica delle Borra assicurando sia condizioni di piena e completa reciprocità” contenuto nell’accordo Crescioli - Provincia di Arezzo (che si è negato fino all’inverosimile e definito come bufala) che ovviamente contrasta con il programma di Nocentini verrà contestato con atti pubblici e formali dal Comune di Figline o si vuole continuare a negarne l’esistenza, oppure, come pare prassi consolidata, si farà finta di nulla? Il caso Napoli non ha niente da insegnarci vero?

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Mercurio
   27/06/2011 ore 15:19
  mi spiace rimango della mia opinione, se i rifiuti ci sono da qualche parte vanno messi, il piano provinciale dei rifiuti, prevede che la discarica duri 10 anni, e non parla di cenere, ma d'ogni cosa, quindi con la cenere durerà più anni. Questo so e questo mi basta, io son per ilprogresso e il rifiuto è la conseguenza bisogna organizzarci,

Ora dando io per scontato che non facendo vincere altri, che erano contrari alla discarica, il popolo abbi scelto, credo che dando per scontato la realizzazione della discarica si debba passare a parlare di altro si parli dei benefici che avranno i figlinesi.

Guardi che facciamo il gioco dei politici se parliamo solo di schifezze, tanto la discarica la faNNO, e se non parlimo di cosa ci tocca non ci toccherà che schifezze.

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   26/06/2011 ore 11:13
  Prometto: questo è l'ultimo mio intervento su questa famosa discarica.

Se penso che in tutta Europa, nelle maggiori città esistono da decenni inceneritori e relative discariche di stoccaggio delle ceneri, mi soerge un dubbio: o in Europa ci sono milioni e milioni di idioti o dalle nostre parti ci sono interessi a bloccare informando distortamente e disinformando scientificamente ogni e qualsiasi soluzione del problema rifiuti. Purtroppo vediamo che dietro al "fuori dal mio giardino" ci sono da una parte organizzazioni mafiose e dall'altra persone che si lasciano influenzare o che trovano comodo cavalcare la caccia alle streghe. Quindi non mi presterò ulteriormente a questo giochino. Di comitati e comitatini che si muovono ogni volta che il Comune inizia una opera anche minima(ricordate la ridicola questione delle piante da abbattere per la rotonda del ponte??). Il brutto è che nessuno poi presenta il conto a questi signori che per un quarto d'ora di celebrità producono danni a tutta la cittadinanza.

oggetto: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 07:33
  Cara Sig.ra Patrizia, come ho scritto sopra, ho riscontrato diversi "buchi" nella classificazione dei rifiuti pericolosi soprariportata (e già riportata in altra sede); invano (finora) ho chiesto chiarimenti. Quanto al fatto che il terreno sia o meno idoneo, lo sa Lei che prima di mettere il primo camion di rifiuti DEVE essere fatto un approfondito studio (ovviamente da autorità in grado di fare le certificazioni richieste dalle leggi medesime) altrimenti il tutto è da considerare abusivo ??? questo non lo dite ai cittadini, invece continuate a bamboleggiare di un ipotetico riciclo completo e di rifiuti zero. E' il miglior modo, quello di mettersi di traverso, per creare le emergenze di fronte alle quali un Prefetto può ordinare l'apertura di discariche anche dove non esistano le condizioni per farlo. E' questo che si vuole??? o è solo il pretesto da parte di liste che sono state bocciate inesorabilmente dal voto popolare per cavalcare tutti i malumori possibili e immaginabili?? Mi viene da pensare che sia proprio questo il motivo.
oggetto: RE: RE: RE: convegno da: roberto
   25/06/2011 ore 09:58
  Caro Alfredo senza offesa sei di coccio o fai il tonto apposta ,le tabelle sono cosi.Mentre x le emergenze ci stanno gia lavorando visti l'articoli apparsi sui giornali,x rispondere a Mercurio forse avremo il secondo ponte il sindaco una poltrona in provincia i compari si siederanno nelle varie partecipate . Ah dimenticavo i figlinesi avranno anche i +sfortunati tumori ,cancro,malattie genetiche figli deformi ma sono tutte cose che avranno i nostri figli o nipoti percio andiamo avanti con la mentalità di ignoranza e delegare a questi incompetenti le nostre vite. Le alternative ci sono ma nn le cagano x interessi che tornano solo a loro i cittadini sono vacche da mungere. Basta informarsi x sapere le cose anche tramite internet non solo x venire a scrivere polemiche senza saperne niente e avere solo cieca fiducia nel tuo partito o sindaco a quel punto 6 già a 90 gradi. Auguri preferisco stare eretto e usare il mio di cervello .
oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 14:52
  Vedi che con smili persone dotate di cervello eccelso non si può discutere senza venire offesi. Stia ben diritto caro signore, ma resti così anche quando vedrà passare i camion che porteranno non le ceneri, ma i rifiuti tal quali alle Borra, grazie all'interessamento (non so quanto disinteressato a questo punto) dei cervelloni come Lei.
oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Roberto Renzi
   25/06/2011 ore 14:02
  Vedo che c'è un altro Roberto, allora da oggi mi firmerò Roberto Renzi tanto per non confonderci
Roberto Renzi

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Roberto
   28/06/2011 ore 09:59
  Ah dimenticavo Sig Renzi ricordo in Campagna Elettorale la sua indignazione x i murales nel passaggio pedonale della stazione in onda su Valdarno Chanel.Come pensa di comportarsi con i sui compagni di merende di Casa Pound che imbrattano i muri con le loro scritte.
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Renzi Roberto
   28/06/2011 ore 15:17
  Non sono miei compagni di merende casapound non fa parte del pdl, l'unica cosa che ci avvicina è la mia pettinatura, ma mi creda è solo colpa della natura.

Per quanto riguarda il muro in questione, lo ritengo tuttora degno solo di un paese del terzo mondo afflitto dal dramma delle baraccopoli, o dei nostri tristi centri sociali di qualsivoglia colore.

Per quel passaggio avevo richiesto:
- che venisse almeno imbiancato,
- vi venissero installate telecamere di sorveglianza
- vi fossero installate delle bacheche pubblicitarie per rientrare dei costi.

Che le devo dire!!! Al Sindaco piace così, giri a lui la domanda

Però mi consenta una domanda, mi dica che cappero c'entra col forum lanciato dal Prof. Tommasini?

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: James Connoly
   28/06/2011 ore 16:58
  Sig. Renzi,
concordo con Lei sul fatto che la nota sui "murales" non c'entra con l'argomento del forum, che ha ben altra importanza ma, in merito a Casa Pound, mi consenta di ricordarLe che in seno al PDL locale cè un consigliere che li rappresenta, pubblicamente, e sono certo che attraverso il suo (di lui) intervento certi personaggi potrebbero smettere di scambiare la cosa pubblica per la latrina di casa loro.
In quanto al locale PDL , beh!, reputo che abbia gravi responsabilità in merito alla presenza di questi personaggi in ambito locale, poiché, sebbene indirettamente, li ha sdoganati attraverso uno dei rappresentanti il locale coordinamento del partito e, cosa ben più grave, non se ne è mai dissociato pubblicamente.

Come và la pressione?

Con simpatia - JC

oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 14:01
  Caro Roberto, se tutte quelle malattie tremende che dici dovessero venire dalle discariche ( il che può anche essere eh!!!) allora segui il mio consiglio: scappa!!! sono anni che l'Arno è pieno di tutto e di più (altro che la Rai!!!). Ma se siamo governati da una congerie di delinq
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: roberto
   28/06/2011 ore 09:59
  Caro Alfredo si torna sempre allo stesso punto il Nocentini e AER le vendono come normali ceneri ma anche in altre discussioni ti e stato detto di informarti cosa che deduco non hai fatto allora ti ripeto vai su GOOGLE e cercati quello che dicono professori e oncologhi come e ti do anche i nomi cosi li trovi prima (prof .Burgio-prof.Bel pomme-prof.a Gentilini)x i termovalorizzatori si torna alle solite discussioni chi li gestisce e cosa ci bruciano visti i risultati italiani di Acerra che sono quasi 2 anni che non fanno un controllo sui fumi .Poi in Francia non li costruiscono + chissa perchè.X mercurio il sindaco al palazzo Pretorio durante la campagna elettorale nella serata rifiuti zero a potuto ascoltare L'assessore Ciacci di Capannori (44.000 abitanti= 3 volte Figline)che con la raccolta differ. porta a porta e il riciclaggio ha speso 1.700.000 euro in meno dei presunti 2.4 diminuendo le tasse ai cittadini evitando la costruzione del termov. nel suo comune .Ma vedo che è arrivato il Consigliere Renzi puo spiegarmi cosa ci fanno due del PDL in seconda commissione e lasciate fuori l'unica che lotta contro la discarica forse è un'altro accordo col il Nocentini come l'elezione al primo colpo del Morandini presidente e Renzi vicepresidente e proprio vero allora PDL e PD-L.
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: convegno da: Renzi Roberto
   28/06/2011 ore 23:11
  Regolamento caro Roberto solo regolamento, cerco di spiegarmi, i posti sono 8, 2 seggi per ciascuna delle 4 commissioni.
Devono essere distribuiti da regolamento in modo proporzionale:
8:2= 1,3 quoziente

udc 1 seggio in CCx1,3=1,3 1 seggio di commissione + scarto inf a 0,5
5stelle 1 seggiox1,3=1,3 1 seggio di commissione+ scarto
lega 1 seggiox 1,3=1,3 1 seggio di commissione+ scarto
PDL 3 seggix1,3= 3,9 avendo superato 0,5 si trasforma in 4 seggi di commissione

per lo scarto ,03x3 che portava 1 seggio di commissione,le rammento che 5 consiglieri comunali si sono presentati nella stessa coalizione, di conseguenza abbiamo optato per il candidato a sindaco Mugnai come destinataria del seggio rimasto.
Tutto qui.

Per la distribuzione si vota in consiglio comunale, avendo più voti abbiamo deciso così. In democrazia ci vogliono i voti per decidere, lo scoprirà ora che inizia una lunga strada all'opposizione.
Per la vicepresidenza e la presidenza, non si sono presentati altri candidati.

oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 14:00
  Caro Roberto, se tutte quelle malattie tremende che dici dovessero venire dalle discariche ( il che può anche essere eh!!!) allora segui il mio consiglio: scappa!!! sono anni che l'Arno è pieno di tutto e di più (altro che la Rai!!!). Ma se siamo governati da una congerie di delinq
oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 13:59
  Caro Roberto, se tutte quelle malattie tremende che dici dovessero venire dalle discariche ( il che può anche essere eh!!!) allora segui il mio consiglio: scappa!!! sono anni che l'Arno è pieno di tutto e di più (altro che la Rai!!!). Ma se siamo governati da una congerie di delinq
oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Alfredo
   25/06/2011 ore 13:59
  Caro Roberto, se tutte quelle malattie tremende che dici dovessero venire dalle discariche ( il che può anche essere eh!!!) allora segui il mio consiglio: scappa!!! sono anni che l'Arno è pieno di tutto e di più (altro che la Rai!!!). Ma se siamo governati da una congerie di delinq
oggetto: RE: RE: RE: RE: convegno da: Zorro
   25/06/2011 ore 10:38
  Non sono assolutamente d'accordo con Lei. Si sbaglia e di grosso!!Non sono vacche, ma come oramai si è acclarato, trattasi di bufale, momentaneamente messe al meriggio come faceva il famoso furbino.
oggetto: RIFIUTI da: GUY FAWKES
   23/06/2011 ore 08:08
  Caro professore quando in tavola ci sono palate di soldi questi signori dell'ambiente e della salute dei cittadini se ne fregano.Che siano di DX o di SX sempre materiale biologico di scarto umano restano.
oggetto: RE: RIFIUTI da: James Connolly
   23/06/2011 ore 12:27
  Sig. Guy, lei ha scelto come alias un nome "pesante" che, oltre a riportare alla memoria la congiura delle polveri durante la quale un gruppo di congiurati, tra i quali Guy Fawkes tentò di uccidere il re e di sterminare il parlamento, riaccende il ricordo della barbarie con la quale il personaggio fu eliminato: prima impiccato poi decapitato e squartato.
Curiosità: la maschera che indossa il personaggio del film V per Vendetta riproduce il volto di Fawkes.
JC

oggetto: RE: RE: RIFIUTI da: massimo pandolfi
   25/06/2011 ore 11:30
  Complimenti Mr. Connolly,

spero vivamente che Lei possieda tutta questa cultura storica e che non sia solo frutto di una rapida consultazione su Wikipedia, il che non la autorizzerebbe a lezioni via web, sia pur concise.
Quanto all'interessante dibattito vedo un livello di competenza non indifferente, che meriterebbe effettivamente un'assemblea pubblica con chiarimenti definitivi da parte dell'Amministrazione, sia per assunzione di responsabilità che per far capire alla gente cosa potrebbe capitare da qui a qualche anno.
Resto comunque dell'opinione che in un dibattito civile e sereno non c'é necessità di nascondersi dietro pseudonimi e, per rispondere ad un post di Alfredo di qualche giorno fa, iscriversi ad un forum con nome e cognome non è assolutamente un modo di farsi pubblicità.

Saluti a tutti

Massimo pandolfi

oggetto: RE: RE: RIFIUTI da: Guy Fawkes
   24/06/2011 ore 01:12
  Non sarebbe una cattiva idea ripartire da capo con persone intelligenti che fanno il bene del paese e dei cittadini....ma si dai radiamo al suolo il parlamento con tutte quelle sanguisughe che dei lavoratori dell' ambiente e famiglie se ne fregano tanto i loro stipendi lievitano e gli italiani si devono arrabattare per arrivare alla fine del mese.Ma parliamo di rifiuti va che è meglio ci sono persone che propongono cose alternative alle discariche o i termovalorizzatori (inceneritori)il piano provinciale del Crescioli è fermo a 15 anni fa. Con il riciclaggio e raccolta porta a porta puoi evitare di inquinare il territorio dove viviamo è ridurre le tasse sui rifiuti .Ma non guadagnano le cricche e non ci sono + poltrone nelle partecipate forse x loro conta + i loro interessi che ritrovarsi con un figlio o un nipote con il cancro o malformazioni genetiche.Dopo aver scritto ciò forse un'ergastolo che con la condizionale sei fuori dopo 3 anni un pensierino a fare un bel ripulisti sarebbe quasi allettante. un saluto Guy
oggetto: Grazie, Professore da: James Connolly
   23/06/2011 ore 08:06
  Buonasera Prof. Tommasini,
finalmente una ventata di aria fresca - se ne sentiva il bisogno cosi come era necessario che,finalmente, qualcuno scrivesse in chiaro e senza fraintesi le informazioni che occorrono a tutti noi.
Prof. Tommasini,Lei è un uomo di scienza ed è anche a Lei che vorrei rivolgere l'invito a promuovere una CLASS ACTION preventiva nei confronti degli amministratori pubblici e dei soggetti tutti che hanno un interesse a che questa storia resti sotto la copertura di grandi interessi, di forti interessi.
In attesa di conoscere la Sua opinione, la ringrazio ancora una volta a nome mio e della mia famiglia.
JC

oggetto: RE: Grazie, Professore da: simone tommasini
   23/06/2011 ore 15:53
  Sig. Connolly,
prima di tutto la ringrazio per il suo commento, le voglio poi dire di lasciar stare il "professore". io sono un cittadino di Figline come tutti e il titolo mi è stato richiesto dalla redazione di figline.it per pubblicare la mia lettera. se vuole mi può trovare sul "cerca chi" dell'università di firenze: mi mandi un suo recapito così magari ci possiamo incontrare di persona.

Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
 
Torna a inizio pagina

       
Seguici su:

Calendario eventi

News da figline.it
"Mamma, stasera esco!", a Dicomano torna l'asilo nido "by night"
Torna l'apertura serale, quattro venerdi' con pizza, laboratori e animazione per i bimbi
Agenda Letteraria: gli appuntamenti di questa settimana
Tante le iniziative in programma fino a dicembre: dagli incontri con gli autori alle presentazioni delle ultime acquisizioni librarie in biblioteca, dai grandi classici della letteratura.
CALCIO: I Giovanissimi B del Montevarchi battono il Vaggio Piandisco'
Inaugurati a Rignano gli ascensori di Piazza della Repubblica e Binario 2
Una piazza gremita ha accolto l'inaugurazione dei nuovi ascensori collegati nel centro del capoluogo rignanese.
WhatsApp testa la "modalita' vacanze"
Silenzia le notifiche e nasconde le conversazioni
lista completa

Stradario
Cerca indirizzo


Meteo
HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni

HiHo srl 
Sede legale: Via G.Donizetti, 52 - 50018 Scandicci (FI) - Sede operativa: Via Vetreria, 73 50063 Figline Valdarno ( Fi )  
tel. +39 055 5357453 - fax +39 055 5609013 - info@figline.it - P.Iva 05443270482

Powered by Hiho S.r.l © 2018
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI