HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni
logo www.figline.it
Marted? 11 dicembre | 03:18 am Ricerca nel sito nel web
 
Figline.it : RUBRICHE » Cronaca » PD DI INCISA E FIGLINE LANCIANO GRUPPO DI STUDIO SU COMUNE UNICO
Menu principale

News dal web

I Vostri Ultimi Commenti

Guestbook

Lasciateci i vostri commenti, impressioni, consigli....o anche solo un saluto!

Vai al Guestbook


Webmail

Visitatori dal 01/12/2006
Numero visite: 28108488
PD DI INCISA E FIGLINE LANCIANO GRUPPO DI STUDIO SU COMUNE UNICO
Data pubblicazione 13/07/2011 13:16:09

 

Firenze, 13 lug. - (Adnkronos) - Le assemblee comunali del Partito Democratico di Incisa in Val d'Arno e di Figline Valdarno si sono riunite, lunedi' sera alla presenza del coordinatore di zona del Pd, Daniele Lorenzini, e del segretario metropolitano, Patrizio Mecacci, per aprire la discussione congiunta sul Comune Unico.

''Inquadrata nella cornice dei percorsi di integrazione amministrativa gia' in corso tra i comuni del Valdarno fiorentino e della Valdisieve - dichiara il segretario metropolitano Mecacci - la costituzione di un unico comune tra Incisa e Figline e' sicuramente un obiettivo ambizioso e qualificante per il Partito Democratico e per le due amministrazioni locali coinvolte, obiettivo che per essere raggiunto necessita della piu' ampia condivisione da parte dell'opinione pubblica e di tutti gli attori economici e sociali coinvolti''.

Condividendo questa analisi, i democratici di Figline e Incisa hanno costituito un gruppo di studio che da subito lavorera' per redigere un documento nel quale si cercheranno di esplicitare le motivazioni culturali, politiche e sociali che qualificano la scelta di integrare le due comunita'.
 


 Condividi su facebook

lista dei commenti inseriti dagli utenti (23 commenti in totale)
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
ATTENZIONE!!! FUNZIONE SPERIMENTALE
Se vengono attivati nuovi commenti su questa pagina avvisami alla seguente mail (usare il pulsante '-' per rimuovere una mail precedentemente aggiunta)
oggetto: attenti ai salotti.... da: Renzi Roberto
   15/07/2011 ore 14:44
  Non parteciperò a nessun gruppo di studio, per un motivo ed un timore; personalmente sono concorde col comune unico, a mio avviso gli enti sotto i 50.000 abitanti non hanno senso logico, ho timore che lo studio serva solo per far insabbiare l'intento nei salotti della politica.
Di una cosa sono convinto, e non disponibile a trattare, occorre sentire prima il popolo, non la si può far cadere dall'alto.

Ora... PDL UDC PD SEL IDV Lega Nord sono concordi sul comune unico, il momento di agire è adesso; non aspettiamo che alcuni salotti dividano gli intenti, se aspettiamo entreremo in logiche più grandi di noi e falliremo...

riflettete:

- invidia di comuni limitrofi adesso più importanti di noi che si troverebbero superati.

- poltrone ridotte nel numero, pensate che i futuri possibili sindaci non tramino sotto sotto...

- con la fusione daremo un esempio alla Nazione tutta, ciò porterà a delle decisioni simili in Italia ed alla conseguente diminuzione di poltrone, credete che tutti stiano in silenzio.... o ci osteggeranno?

vorrei prolungarmi ma penso sia sufficiente.

Fare subito la fusione fra i comuni, personalemnte la auspico da un anno.

oggetto: RE: attenti ai salotti.... da: cave canem
   16/07/2011 ore 10:05
  Caro Roberto,
ti declino la voce del verbo promulgare...io mi promulgo...tu ti promughi ...egli si promulga...A parte gli scherzi...La promulgazione è l'atto formale con il quale il capo dello stato dichiara valido e efficace un atto normativo.
Buonanotte

oggetto: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Roberto Renzi
   16/07/2011 ore 14:07
  Bisogna tu me la spieghi, non ci arrivo, pardon ma mi son svegliato ora
oggetto: RE: attenti ai salotti.... da: cave canem
   16/07/2011 ore 10:03
  Caro Roberto....
ti declino la voce del verbo promulgare
Io mi promulgo...tu ti prmulghio

oggetto: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   15/07/2011 ore 15:27
  Sig. Renzi,
mi sembra di aver compreso che Lei tema che lo studio possa essere utilizzato come copertura politica per prendere tempo.
Perché rinunciare,allora, con così tanto vigore alla occasione di partecipare al gruppo di studio e di viverne l’entusiasmo e le contraddizioni? – Perché restare fuori dalla discussione se, come da Lei indicato, anche altri soggetti politici concordano su questa iniziativa?

Cordiale amico, il richiamo populista, se fuori tono, appartiene all’ambito della peggiore retorica politica;poiché, in questo caso, prima di chiedere l’opinione di noi cittadini,occorrerà che i promotori dell’iniziativa siano in grado di sottoporci una o più piattaforme di riferimento sulla quale discutere, confrontarci e, poi esprimere un giudizio collettivo attraverso gli appositi Istituti Giuridici.

Così come alla retorica politica appartengono i riferimenti ai “pericoli” ed ai soggetti che potrebbero avversare il progetto con l’obiettivo di “affossarlo”.
Certe affermazioni fanno torto alla Sua intelligenza, mi creda. Oggi non è la Sua migliore giornata; capita ed in quest’ottica, senza con ciò volerle recare offesa alcuna,ha fatto bene a non prolungare il Suo ragionamento.

Mi sarebbe piaciuto, conoscere l’opinione del Dott. Laici, soprattutto in virtù dell’ultima nota pubblicata con la quale, usando parole degne di un grande statista, si pone come soggetto intermediario tra le parti.

Con simpatia - JC

oggetto: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Giorgio Laici
   16/07/2011 ore 14:52
  Egregio Giacomo,
Sarò maldicente, quindi peccatore, ma non credo di sbagliare se vi dico che l’unione dei comuni si farà senza tanti scossoni alla scadenza del mandato di Incisa, non tanto per la lungimiranza dei nostri politici locali, quanto per dare più superficie alla istituenda coop di Figline che ha perso una bella fetta di mercato con la nascita e l’ampliamento di altri supermercati e discount.
Per il resto, il Pd è un partito molto strutturato e credo normale che avvii al suo interno una discussione anche solo per capire chi deve restare nel nuovo contenitore comunale, chi invece deve essere destinato a nuovi incarichi; e conseguentemente creare nuovi posti “ad hoc” per gli amministratori silurati.
Concludendo direi che la domanda non è si o no al comune unico o al tavolo di studio. Queste sono solo esche dialettiche per aizzare le tifoserie in vista di una lunga campagna elettorale. Le domande cogenti sono: vogliamo creare un ente amministrativo idoneo alle sfide del Valdarno futuro; o vogliamo creare un altro poltronificio per imbucare più persone che sia possibile. Vogliamo creare un meccanismo virtuoso a vantaggio del territorio condividendo un cammino trasparente con l’opposizione; oppure la vogliamo solo coinvolgere a parole per creare un pantano istituzionale dove tutto è lecito e soprattutto vantaggioso per la vecchia politica. Vogliamo cominciare a fare politica seria e credibile; oppure vogliamo diventare ostaggio di personaggi “folkloristici” figli morali di attori comici che si credono statisti.
(Ripenso al maiale del film, che vuole fare il cane da pastore)
Come nelle migliori sedute spiritiche “se il Pd c’è batta un colpo”
Solo allora potremo capire le intenzioni della forza dominante ed agire di conseguenza. Prima di allora possiamo solo fare elucubrazioni senza risultato.
Buonasera

oggetto: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   19/07/2011 ore 13:43
  Buonasera Dott. Laici,
devo riconoscere che le Sue opinioni potrebbero dirsi ben rappresentate dalla Sua foto, presente sul sito del PDL di figline. Mi ricorda un libro letto in gioventù : I ragazzi della Via Paal.
Nella Sua foto, che rappresenta un uomo con le braccia incrociate, strette al petto tenuto in evidenza e uno sguardo da “monello” che fa da splendida cornice ad una personalità forte ma chiusa; decisa ma con un accenno di presunzione.

Mi risulta difficile credere, pertanto, che Lei possa essere catalogato come “maldicente” ovvero “come persona che abitualmente dice male di altri per malignità o leggerezza”.
E’ questa una qualità che non Le riconosco ma ravviso in Lei una certa presunzione quando afferma “…non credo di sbagliare..” oppure quando si pone come verbo “..vi dico”.

Riguardo alle “esche dialettiche” non mi sembra che Lei possa esserne considerato esente,poiché,tutto il suo discorso mi appare come un’esca dialettica, magistralmente condita con la “Teoria della Coop”.
Lei, seppur rimanendo all’interno della dialettica democratica, propone un “gioco” nel quale si fa Giudice e processa tutti gli attori, cioè la maggioranza locale, con l’accusa di essere “forza dominante” e istruisce il processo mettendo in scena non la realtà (ignota al momento), ma una sua rappresentazione.
Una cultura secondo cui la migliore accusa è quella che meglio aderisce a un certo pre-giudizio politico.
Esempio: “Siamo ostaggio di personaggi folkloristici?”
L’importante, se seguo il Suo ragionamento, non è dimostrarlo con le prove: l’importante è la congruità logica tra questo pre-giudizio e il messaggio politico che voglio proporre e sviluppare.

Dott. Laici, ha ragione quando afferma che è meglio non “elucubrare”,poiché, l’applicazione lunga e minuziosa della mente ad un soggetto astratto può contribuire, in alcuni casi, ad impedire di riconoscere la realtà quando al si incontra.

Senza offesa ma con simpatia - JC


oggetto: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Giorgio Laici
   22/07/2011 ore 09:55
  Egregio Giacomo,
Potrei dirti che guardi troppi telefilm di quelli in cui l'analisi della personalità diventa l'ultima frontiera delle indagini di polizia. Potrei inoltre dimostrare con dovizia di particolari che con il discorso politico sul comune unico i tuoi puerili tentativi di analizzare la mia personalità c'entrano come i cavoli a merenda. Potrei financo dirti che hai una grossa carenza di affetto ed una ancora più grande ansia da prestazione, non lo farò semplicemente perchè non mi interessa e perche appunto non c'entra nulla col cammino del comune unico.
Ti dico invece che questa è l'ultima volta che entro in questo forum perchè se invece di discutere seriamente dei fatti del territorio dobbiamo giocare ad un grande fratello dei poveri lascio volentieri a quelli come te l'incombenza, io ho altre cose da fare.
Per concludere se non hai nulla da discutere o idee da esprimere sul comune unico potresti anche stare zitto poichè non credo che qualcuno ti obblighi a partecipare alla discussione.
Anzi se magari quelli come te contribiussero alla discussione in modo serio magari anche qualcuno del Pd metterebbe fuori il naso.
Se invece hai intenzione di intavolare un discorso e non intonare dei cori da stadio esprimi con maturità le tue idee e sarà per me un piacere discutere con te.
Saluti Giorgio Laici

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   22/07/2011 ore 12:04
  Dott. Laici,
ho letto la Sua risposta e ne sono rimasto amareggiato, poichè, non ho mai scritto su di Lei delle brutte cose. Quella che Lei definisce come maldestro tentativo di analizzare la Sua personalità, non era altro che una premessa necessaria al cuore del discorso successivo e un complimento alla Sua persona in special modo nella parte in cui “mi rifuto” di credere che Lei possa essere considerato maldicente.

Non so se prendere atto che, forse, sono incorso in errore; oppure attribuire i termini del Suo sfogo alla componente militare della sua "educazione", per cui, essendo un Comandante Lei è certamente abituato ad esporre ai subordinati le direttive o le opinioni che si trasformano in disposizioni e, pertanto, si aspetta che le tali disposizioni vengano rispettate e non commentate o messe in discussione. Lei, non ama essere messo in discussione; ciò, però,confligge con la natura del Suo incarico politico che prevede ben altra disponibilità.

Dott. Laici, mi dispiace che Lei abbia usato nei miei confronti un certo linguaggio semplicemente perchè ho espresso un pensiero che non Le piace, così come non è altrettanto corretto utilizzare un linguaggio autoritativo al di fuori della caserma .

Comunque, da buon democratico quale mi reputo, Le perdono questa defaillance nella speranza che riveda le Sue posizioni e la prossima volta usi dei toni più consoni alla discussione democratica;poiché è’ questo un forum aperto alla discussione e non un posto dove albergano detenuti in attesa di giudizio o inquisiti o persone malavitose dalle quali occorre guardarsi e prendere le distanze; è un luogo aperto al confronto; una AGORA’ e, perciò, devo purtroppo concordare sul fatto che non è un bene per Lei entrare nel forum.

Ha ragione, ne stia fuori.

James Connolly

oggetto: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Renzi Roberto
   15/07/2011 ore 15:45
  Caro Riccardo
le devo rammentare la bicamerale di D'Alema... come vede certe affermazioni non fanno torto alla mia intelligenza.
Lei crede che ho fatto bene a non prolungare il mio ragionamento non essendo in forma?
Personalmente non credo di essere in possesso della verità assoluta, ma il comune unico o lo si fa ora o mai più.



oggetto: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   15/07/2011 ore 19:16
  Sig. Renzi,
il mio nome si traduce in "Giacomo" e non Riccardo.
Riguardo a Dalema ed alla bicamerale, l'accostamento al comune unico è "molto alto" ma, riguardo a quei giorni, mi permetto di suggerirle un ottimo libro "La versione di K" dove il Presidente Cossiga, racconta la versione dei fatti che, mi perdoni, Lei mi sembra non conoscere in modo approfondito.
Mi perdoni se mi ripeto ma, oggi Lei non sembra in forma; poichè, nessuno nega che il comune unico sia una esigenza attuale ed urgente, mi risulta difficile comprendere la Sua posizione.
Sia gentile, Sig. Renzi, si prenda un giorno di riposo e forse.... .
Con simpatia e stima - JC

PS: il tentativo di scoprire la mia identità è andato a vuoto, poichè, non sono chi Lei immagina ma,senza con ciò nulla togliere al riccardo da Lei menzionato, una persona completamente diversa per età e formazione.

oggetto: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Ovidio Nasone
   18/07/2011 ore 12:22
  Non credo che il sig. Renzi abbia immaginato, ha semplicemente letto con attenzione la discussione dal titolo "composizione delle commissioni". In essa il sig. Isidoro diceva testualmente: " il Sindaco Nocentini che immaginava la “città ideale” dell’Anonimo fiorentino", e immediatamente sotto il sig. James Connolly rispondeva "non mi esprimo sul fatto che Lei possa aver frainteso le mie parole". Il sig. Renzi ha semplicemente fatto due più due, se poi questo non fa quattro la causa è solo la cripticità (o il non sequitur) della risposta del sig. Connolly.
oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   18/07/2011 ore 14:28
  Sig. Ovidio,
è un piacere conoscerLa è apprezzarla per il Suo "nasone" attraverso il quale riesce a percepire porfumi ad altri sconosciuti.

« Io non avrei il coraggio di difendere costumi disonesti e di impugnare armi ingannatrici in difesa delle mie colpe. Anzi, confesso, se confessare i peccati può in qualche modo giovare; ma ora, dopo la confessione, ricado come un insensato nelle mie colpe »
(Amores, Libro Secondo)

Dovrebbe conoscerla bene,tutta,questa poesia.
Con simpatia - JC

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: massimo pandolfi
   27/07/2011 ore 08:46
  Caro Mr.Connolly,

sono tornato dalle ferie e ho letto con piacere gli scontri verbali con il signor Renzi e il signor Laici.
Improvvisamente compare un altro "cavaliere mascherato", nientemeno che il poeta Ovidio, a cui Lei risponde con una citazione dotta, che mi ha lasciato sbalordito.
Le confesso che ho studiato Ovidio a scuola, dove ci propinavano brani delle "Metamorfosi" da tradurre, brani di cui non ricordo parola.
Purtroppo una rapida visitazione su Wikipedia ha evidenziato nuovamente quale era la sua fonte.
Esprima quindi il suo pensiero, pur coperto dall'anonimato, spesso condivisibile e talvolta chiaramente di parte, ma non tenti di dare l'impressione di un bagaglio culturale sterminato che La porrebbe "super partes" in questo ameno scambio di vedute.
Una curiosità: quale sarebbe la sua completamente diversa formazione da quella del Sindaco Riccardo Nocentini, che Renzi aveva sospettato nascondersi dietro il suo "soprannome"?.
Saluti e buona discussione.
Massimo Pandolfi

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: isidoro
   27/07/2011 ore 10:34
  Signor Connolly ma allora è un vizio la settimana scorsa si e fato pettinare a dovere dal Laici ora ci ricasca col Pandolfi....
Errare è umano perseverare è diabolico.....
Ci stia un po attento.

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   27/07/2011 ore 10:57
  Sig. Isidoro,
sono fermamente convinto che Laici non sia nella posizione di poter "pettinare" alcuno; poichè, per mancanza di capelli non è una attività per la quale abbia maturato la necessaria esperienza.

La differenza tra la risposta pervenutami da Laici e quella del cortese Massimo Pandolfi,sono diverse nell'intento e nella base culturale che le sostiene.

Anche le mie risposte, come ha avuto modo di notare, sono completamente diverse e tengono conto dei presupposti su citati.

Al Sig. Pandolfi, inoltre riconosco, una onestà intellettuale molto elevata, cosa che l'altro soggetto difficilmente potrà raggiungere.

Con simpatia - JC

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: isidoro
   27/07/2011 ore 14:43
  Signor Connolly
Le chiacchiere stanno a zero,
lei cerca invano di arrampicarsi sugli specchi
ma sta di fatto che com si muove......

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: James Connolly
   27/07/2011 ore 09:43
  Cortese Signore,
mi dispiace di averLe dato l'impressione di volermi porre "oltre misura";poichè, non nelle mie intenzioni proiettare verso l’esterno quel tipo di immagine.

Devo ammettere, leggendo le Sue parole, che in questo caso ho fallito l'obiettivo.

Sono un "curioso", questo si.
Questa caratteristica della mia natura, mi porta infatti ad esplorare tutte le fonti a disposizione in cerca sia di informazioni sui vari argomenti che di “particolarità” riferite ai vari alias che le persone scelgono per comunicare nelle varie piazze virtuali.

Riconosco di aver commesso l'errore di non citare,oltre l'autore e l'opera,anche la fonte dalla quale avevo attinto l'informazione.

Grave errore di comunicazione del quale mi scuso.

Riguardo alla Sua "curiosità", avrò modo in futuro di darLe la riposta,anzi, sono certo che avrà la possibilità di riconoscerla nel corso delle varie discussioni.

James Connolly

oggetto: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Tuscaloosa
   27/07/2011 ore 11:00
  Ogni tanto si incontra qualcuno che ha l'onestà e l'umiltà di ammettere di aver commesso un errore.

Tuscaloosa

oggetto: RE: RE: RE: RE: attenti ai salotti.... da: Roberto Renzi
   16/07/2011 ore 10:04
  Ma come siamo nervosetti, in fondo dovrei aver sbagliato solo il nome.
Comunque ha ragione faccio errori continuamente non sono in forma, pensi che credevo che D'alema si scrivesse con l'apostrofo.
Scherzi a parte non ci sono libri che possano descrivere cosa è successo alle bicamerali, in quelle occasioni penso con la mia testa, la triste realtà è che non servono a niente se non a prendere tempo e concludersi con un niente di fatto, le ricorda qualcosa?

La mia posizione a riguardo del comune unico è chiarissima se non la comprende la esplicito così, io sono un politico che vuole il comune unico, chi invece vuole prendere tempo ha dei dubbi.

oggetto: Un lungo percorso... da: James Connolly
   15/07/2011 ore 10:03
  La costituzione di unioni di comuni è un fenomeno in chiara espansione con riguardo alla dimensione demografica ed al numero di comuni interessati.
Uno dei vantaggi è quello di avere la possibilità di creare un ente locale "nuovo", "diverso", che rappresenti in modo ottimale la comunità di coloro che risiedono sul suo territorio e ne curi, con onestà,gli interessi anche attraverso il miglioramento dei servizi erogati, il perseguimento di economie di scala, il potenziamento delle strutture.
Ciò anteposto, sarebbe interessante conoscere i componenti del neonato "gruppo di studio", cosa che mi auguro venga resa nota quanto prima.
Per adesso mi sento di fare un "augurio di buon lavoro" alle Amministrazioni coinvolte ed ai loro Leader (Sindaci).
JC

oggetto: Verso il Comune unico da: Mauro
   15/07/2011 ore 08:29
  Bene, ci siamo, le azioni cominciano ad essere dirette verso l'obbiettivo che fino ad ora ha raccolto ampie adesioni.
SEL ha già costituito un circolo intercomunale, ora il PD ricerca modi per andare nella stessa direzione, e ci auguriamo che altre forze politiche e soggetti sociali facciano lo stesso.
A questo punto bisogna che anche le Amministrazioni facciamo le loro mosse, e in particolare auspichiamo che le scelte che si faranno in questo periodo di transizione non siano slegato al progetto stesso.
Un esempio potrebbe essere la discussione in merito alla paventata esternalizzazione del servizio asilo ad Incisa.
Perché fare azioni affrettate e prendere decisioni che con il progetto "Comune unico" potrebbe essere superato ??
Perchè non cercare fin da ora la sinergia e progettare i servizi al massimo dell'efficacia e al minimo costo??
C'è da domandarsi: "Il progetto di fusione interessa agli amministratori?? E se si, perché non attivarsi fin da ora per "costruire" la strada di questo progetto??
Ovviamente, quanto prima, bisogna attivare il percorso amministrativo previsto, e contemporaneamente coinvolgere la popolazione nella decisione, informando e e facendo partecipare tutti i soggetti sociali.

oggetto: RE: Verso il Comune unico da: Luca
   15/07/2011 ore 12:03
  Signor Mauro,
sono felice di fare la sua conoscenza.
Esprimo tutto il mio apprezzamento per il suo punto di vista che condivido totalmente.
Luca

Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
 
Torna a inizio pagina

       
Seguici su:

Calendario eventi

News da figline.it
Castello di Sammezzano: presentato esposto per degrado
...presentato alla procura di Firenze dal movimento "Save Sammezzano"
Partira' ufficialmente il 14 dicembre la Stagione Concertistica del Garibaldi
Apertura con il direttore Dausgaard e il violinista Kraggerud...
Aspettando Natale a Rignano: numerose iniziative tra capoluogo e frazioni
L'Amministrazione Comunale presenta le feste del territorio in occasione del Natale 2018.
I turni delle farmacie per l'8 e il 9 dicembre 2018
Le aperture delle farmacie per il week-end a Figline e Incisa Valdarno...
In piazza Ficino tornano i presepi del Calcit Valdarno Fiorentino
Dall'8 dicembre al 6 gennaio oltre 100 presepi da tutto il mondo per sostenere la onlus che si occupa dei malati oncologici
lista completa

Stradario
Cerca indirizzo


Meteo
HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni

HiHo srl 
Sede legale: Via G.Donizetti, 52 - 50018 Scandicci (FI) - Sede operativa: Via Vetreria, 73 50063 Figline Valdarno ( Fi )  
tel. +39 055 5357453 - fax +39 055 5609013 - info@figline.it - P.Iva 05443270482

Powered by Hiho S.r.l © 2018
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI